email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2012 Forum / Germania

Le scelte di Formentera

di 

Le scelte di Formentera

Il primo film di Ann-Kristin Reyels, Hounds [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
aveva conquistato il FIPRESCI al Forum della Berlinale nel 2007, e la regista torna ora nella stessa sezione con Formentera [+leggi anche:
trailer
intervista: Ann-Kristin Reyels
scheda film
]
, pellicola intimista su una relazione ad un punto di svolta.

Una coppia berlinese trentenne, Ben (l'affermato attore danese di cinema e tv Thure Lindhart, attivo anche negli USA) e Nina (Sabine Timoteo, più nota per The Free Will di Matthias Glasner) va in vacanza nella nota località spagnola del titolo. La coppia sta da un gruppo di hippy di una certa età, due dei quali amici di famiglia di Ben. C'è anche una giovane coppia di hippy, Pablo (Franc Bruneau) e Mara (Vicky Krieps) con il figlio Yoko. La strana scelta del nome del figlio e' condivisa anche dalla figlia di Ben e Nina, Luca, a casa con la madre di Nina, a Berlino.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Both Ben e Nina sembrano sapere che la loro relazione e le scelte fatte, come quella di lavorare e vivere a Berlino, sono state in qualche modo problematiche. Pian piano, dubbi e paure emergono durante la vacanza, e Nina scopre che Ben ha anche deciso in segreto il trasferimento sull'isola - ha una potenziale attività legata ai pannelli solari da sviluppare. Ma l'evolversi della scoperta è interessante e talora snervante: Nina è gelosa di Mara, spirito libero, e una festa in spiaggia ha uno sviluppo inatteso.

Nina sembra sola in questo gruppo di persone. Non è favorevole allo stile di vita da comune (“mi sembra che tutti fuggano da qualcosa”), mentre Ben ne è invece felice e non comprende la sua frustrazione. D'altro canto, Ben si rivela quello più insoddisfatto per la loro vita berlinese.

In linea, per tema, con le recenti tendenze del cinema di lingua tedesca (meglio esemplificate da Everyone Else [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maren Ade
scheda film
]
di Maren Ade), Formentera si distingue per la sua attenzione ai dettagli ambigui e al lato femminile della relazione. Timotheo è eccellente nel ruolo della dubbiosa Nina, e offre una performance coraggiosa e toccante, mentre Lindhart intepreta il suo ruolo con aria auto-assolutoria e la recitazione fisica risulta fastidiosa per lo spettatore. Se tutto questo serve a dirci come si sente Nina, allora indubbiamente Reyels ha fatto un buon lavoro.

Formentera è stato prodotto dalla berlinese Unafilm.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.