email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Svezia

La Svezia torna alle radici con Pippi Calzelunghe

di 

- Un produttore svedese ottiene l’ok per usare il nome Calzelunghe e la storia del Capitano Efraim in un nuovo film

La Svezia torna alle radici con Pippi Calzelunghe

La storia di Pippi Calzelunghe, la ragazzina più forte al mondo, creata dalla svedese Astrid Lindgren, che con i suoi libri ha venduto oltre 150 milioni di copie in tutto il mondo, diventerà un film.

A Cannes, il produttore svedese Mirijam Johansson di Wanted Pictures ha annunciato di aver avviato la produzione di Efraim Longstocking and the Cannibal Princess, tratto dai libri di Joakim Langer, su uno script di Daniel Fridell e Ulf Stark approvato da Saltkråkan, che detiene di diritti di Lindgren.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Johansson, produttore di Bloodbrothers (2005), con la star di Millennium Noomi Rapace, e June di Allan Gustafsson (2011), con David Dencik, è in trattativa con un sceneggiatore americano per trasferire nel film sia i libri che lo script.

Per il personaggio del Capitano Efraim, padre di Pippi, Lindgren era stata ispirata da Carl Pettersson, marinaio svedese divenuto re delle Isole Tabar (abitate da cannibali) dopo aver sposato la figlia del capotribù. L’uomo trovò una miniera d’oro, che prese il nome dell’uomo più forte dell’arcipelago di Bismarck. Nel 2004, Langer si recò sull’isola della Papua Nuova Guinea per conoscere meglio la storia della famiglia e scrisse In Search of Efraim e Pippi Longstocking and the King, sui quali Fridell e Stark hanno basato il loro script.

Il primo libro di Lindgren su Pippi fu rifiutato dall’editore svedese Bonnier Publishing: il Time Magazine lo ha inserito fra i 100 romanzi più influenti mai scritti. Il personaggio fu inventato negli anni ’30, quando Lindgren era stenodattilografa, per divertire la figlia. Le storie furono scritte tra il 1945 e il 1948, il 1969 e il 1975, il 1979 e il 2000.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy