email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2012 Francia / Portogallo

Les Lignes de Wellington sulla short-list per la Mostra

di 

- Il film corale di Valeria Sarmiento sull'invasione del Portogallo da parte delle truppe francesi nel 1810 potrebbe essere presentato al Lido

Les Lignes de Wellington sulla short-list per la Mostra

A un mese dall'annuncio della selezione della 69ma Mostra di Venezia (dal 29 agosto all'8 settembre), partono le scommesse sull'identità dei postulanti francesi più papabili. Tra questi si distingue Les Lignes de Wellington [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Valeria Sarmiento
scheda film
]
della cilena Valeria Sarmiento, un progetto iniziato da suo marito Raoul Ruiz (scomparso l'estate scorsa), con un cast d'eccezione.

Vi figurano i portoghesi Nuno Lopes e Soraia Chaves, la spagnola Marisa Paredes, l’americano John Malkovich e i francesi Mathieu Amalric, Melvil Poupaud, Elsa Zylberstein, Vincent Perez e Christian Vadim. Nel film ci sono anche Carloto Cotta, Victoria Guerra, Marcello Urgeghe, Jemima West, Alfonso Pimentel, Miguel Borges, Filipe Vargas, Adriano Luz, Joao Luis Arrais, Albano Jeronimo, Joana de Verona, Gonçalo Waddington, Miriam Heard e Sara Carinhas. E tra le partecipazioni speciali spiccano i nomi di Catherine Deneuve, Isabelle Huppert, Michel Piccoli, Chiara Mastroianni e Malik Zidi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta dal portoghese Carlos Saboga (che aveva adattato Mistérios de Lisboa [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), la sceneggiatura comincia il 27 settembre 1810 quando il maresciallo Masséna (Poupaud) e le sue truppe vengono battuti dall'esercito anglo-portoghese guidato dal generale Wellington (Malkovich). Nonostante la vittoria, portoghesi e britannici battono in ritirata dinanzi al nemico in superiorità numerica. La loro strategia: attirare i francesi a Torres Vedras dove Wellington ha fatto costruire delle linee fortificate difficilmente superabili. Il comando anglo-portoghese organizza quindi l'evacuazione del territorio tra il campo di battaglia e le linee di Torres Vedras. Si profila una gigantesca operazione di terra bruciata intorno ai francesi per impedir loro ogni possibilità di approvvigionamento locale.

Les lignes de Wellington fa il ritratto di una moltitudine di personaggi che subiscono le lacerazioni della guerra e che sono impegnati in lunghe peregrinazioni attraverso colline e valli, tra villaggi in rovina, foreste carbonizzate e colture devastate. Inseguita dai francesi, la massa di fuggitivi tenta di salvarsi la pelle, con la volontà feroce di resistere all'invasore e di cacciarlo dal paese. Alcuni approfittano dello sconcerto generale per lasciarsi andare agli istinti più primari.

Il giovane tenente idealista Pedro de Alencar (Carloto Cotta), la brillante inglese Clarissa Warren (Victoria Guerra), il poco scrupoloso venditore ambulante Pena Branca (Miguel Borges), il vendicativo sergente Francisco Xavier (Nuno Lopes) e l'esuberante prostituta Martírio (Soraia Chaves): tutti convergono per vie differenti verso le linee di Torres dove la battaglia finale deciderà le sorti di ciascuno.

Rivelatosi con Notre mariage (Gran Premio per i nuovi registi a San Sebastian nel 1984), Valeria Sarmiento ha poi firmato fra gli altri Amelia Lópes O'Neill (in competizione alla Berlinale 1991) ed Elle (in concorso a San Sebastian nel 1995).

Prodotto da Paulo Branco per Alfama Films, Les Lignes de Wellington è stato coprodotto da France 3 Cinéma e sostenuto da ARTE France, ICA, la RTP,Canal + e Cofinova. Finanziato al 65 % dalla Francia e al 35 % dal Portogallo per un budget globale di 4,8 M€, il lungometraggio sarà lanciato nelle sale francesi il 21 novembre da Alfama Films, che guida anche le vendite internazionali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy