email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Arras, trampolino di lancio per i giovani talenti europei

di 

- Nove titoli in competizione, 14 scoperte, 24 anteprime e omaggi a Costa Gavras, Laurent Cantet e Hiam Abbass

Arras, trampolino di lancio per i giovani talenti europei

Avere un ruolo di scopritore del cinema europeo è l'ambizione del Festival del Film di Arras, la cui edizione 2012 comincia oggi. La manifestazione nordica può vantarsi di aver aiutato di recente diversi film a uscire nelle sale francesi, in particolare 80 jours [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Hold-up e La Dette [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, tutti premiati al festival e che hanno beneficiato di un aiuto alla distribuzione. E quest'anno, il lancio di un nuovo appuntamento professionale, gli Arras Days, è una prima tappa verso una piattaforma di coproduzione e di finanziamento per le cinematografie europee.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Nove lungometraggi si contenderanno l’Atlas d’oro della competizione che sarà assegnato da una giuria presieduta dalla regista e produttrice Tonie Marshall: Everybody in Our Family del rumeno Radu Jude, Teddy Bear [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del danese Mads Matthiesen, Jackpot [+leggi anche:
trailer
intervista: Magnus Martens
scheda film
]
del norvegese Magnus Martens, Chrysalis [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(De tu ventana a la mía) della spagnola Paula Ortiz, My Beautiful Country [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della tedesca Michaela Kezele, The Exam [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
dell'ungherese Peter Bergendy, Little Black Spiders del belga Patrice Toye, Either Way [+leggi anche:
trailer
intervista: Hafstein Gunnar Sigurdssonw
intervista: Hilmar Gudjônsson - Shooti…
scheda film
]
dell'islandese Hafsteinn Gunnar Sigurdsson e House With a Turret dell'ucraina Eva Neymann. Tutti i registi, con poche eccezioni, saranno presenti ad Arras per presentare i loro film.

Nella sezione Scoperte europee figurano 14 lungometraggi, tra cui Gli equilibristi [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
dell'italiano Ivano De Matteo, Comme un lion [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del francese Samuel Collardey, Don't Stop del ceco Richard Rericha, My Father's Bike del polacco Piotr Trzaskalski, Hiver Nomade [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Manuel von Stürler
scheda film
]
dello svizzero Manuel von Stürler e Une Estonienne à Paris dell'estone Ilmar Raag, oltre al premiato a Berlino A Royal Affair del danese Nikolaj Arcel.

Si segnalano inoltre nel programma 24 anteprime e omaggi, in loro presenza, a Costa Gavras, Laurent Cantet e Hiam Abbass.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy