email print share on facebook share on twitter share on google+

GOYA 2013

Biancaneve gran favorito ai Goya 2013

di 

- Il film di Pablo Berger concorre nelle principali sezioni al fianco di Grupo 7 di Alberto Rodríguez, Lo imposible di JA Bayona e El artista y la modelo di Fernando Trueba

Biancaneve gran favorito ai Goya 2013

L’insolita versione di Biancaneve [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pablo Berger
scheda film
]
diretta da Pablo Berger, muta e in bianco e nero, è la gran favorita alla prossima edizione dei Premi Goya, dove concorrerà a ben 18 premi. A seguire, Grupo 7 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alberto Rodríguez, con 16 candidature, Lo imposible [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Juan Antonio Bayona
scheda film
]
di JA Bayona, con 14, e El artista y la modelo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Fernando Trueba, con 13. I premi saranno consegnati il prossimo 17 febbraio a Madrid.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I membri dell’Accademia del Cinema confermano così la linea avviata lo scorso settembre, quando selezionarono Biancaneve come candidato spagnolo all’Oscar del miglior film straniero, davanti ai finalisti Grupo 7 e El artista y la modelo. A questi, che si contendono i premi del miglior film e della miglior regia, si aggiunge il grande successo dell’anno, Lo imposible, con i suoi oltre 40 milioni di euro incassati in Spagna.

Biancaneve è rappresentato in ciascuna delle categorie interpretative (Maribel Verdú, miglior attrice; Daniel Giménez Cacho, miglior attore; Ángela Molina, miglior attrice non protagonista; Josep Maria Pou, miglior attrice non protagonista; Emilio Gavira, miglior rivelazione maschile; Macarena García, miglior rivelazione femminile) e concorrerà anche ai titoli di miglior sceneggiatura originale (opera dello stesso Berger), musica originale, canzone originale, direzione di produzione, fotografia, montaggio, direzione artistica, costumi, trucco e parrucco ed effetti speciali.

L’attore Antonio de la Torre è candidato in due categorie distinte: miglior attore per Grupo 7 (dove dovrà vedersela con due veterani, José Sacristán per El muerto y ser feliz [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Jean Rochefort per El artista y la modelo, insieme a Giménez Cacho) e miglior attore non protagonista per Invasor. In questa stessa categoria troviamo lo scozzese Ewan McGregor per Lo imposible, il cui cast è candidato quasi al completo: Naomi Watts compete infatti come miglior attrice (con Penélope Cruz per Venuto al mondo, Aida Folch per El artista y la modelo e la già citata Verdú).

Una delle categorie più interessanti di questi premi è indubbiamente quella del miglior regista esordiente, grazie alla profusione di nuovi autori che emergono ogni anno in Spagna. Quest’anno concorrono al premio Paco León (Carmina o revienta [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Oriol Paulo (El cuerpo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), Isabel de Ocampo (Evelyn [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) ed Enrique Gato (Las aventuras de Tadeo Jones [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
).

Per la lista completa delle candidature, scarica il PDF dal sito dell’Accademia del Cinema.

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.