email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

DISTRIBUZIONE Italia

L'Italia si racconta e porta il documentario in sala

di 

- La rassegna, organizzata da Luce Cinecittà e Anec Lazio, porta nelle sale cinematografiche 6 doc tra i più significativi selezionati nei festival recenti. Imminente un accordo con iTunes

L'Italia si racconta e porta il documentario in sala

Il pubblico dei festival ha l'opportunità di vederli. Ma che fine fanno i documentari una volta spenti i riflettori delle più importanti manifestazioni cinematografiche? Se lo sono chiesto Rodrigo Cipriani Foresio e Giorgio Ferrero, presidenti di Luce Cinecittà e Anec Lazio. E per far sì che molti film di qualità non rimangano invisibili, o solo nella memoria di pochi eletti, hanno lanciato L'Italia si racconta, un'iniziativa che porterà nelle sale cinematografiche 6 documentari tra i più significativi selezionati nei festival recenti, e a un prezzo più che popolare: 3,50 euro al biglietto.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ogni primo martedì del mese, un titolo recente di cinema del reale sarà programmato per la prima volta in contemporanea in 17 sale di Roma e del Lazio. Ciascun film sarà proiettato in più spettacoli, con possibilità di repliche nei giorni successivi e presentazioni degli autori. Si parte il 5 marzo con Anija - La nave [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Roland Sejko (presentato al Torino Film Festival), racconto del colossale sbarco di albanesi in Italia nel 1991, e si proseguirà il 2 aprile con Terramatta [+leggi anche:
trailer
intervista: Costanza Quatriglio
scheda film
]
 di Costanza Quatriglio (guarda l'intervista video ai Venice Days), il 7 maggio con il sorprendente L'ultimo pastore di Marco Bonfanti (foto - leggi la news), il 4 giugno con Monicelli - La versione di Mario, doc collettivo firmato da Mario Canale, Felice Farina, Mario Gianni, Wilma Labate e Annarosa Morri (presentato alla Mostra di Venezia), e il 2 luglio con Il corpo del Duce di Fabrizio Laurenti (Torino FF 2011). La rassegna si chiuderà il 6 agosto con un inedito: Hitler e Mussolini - L'operà degli assassini del francese Jean-Christophe Rosé (prodotto da Marco Visalberghi), ricostruzione, a tratti ironica, dei rapporti interpersonali tra i due dittatori, il tutto in un'originale veste a colori.

"L'obiettivo è che i martedì laziali diventino nazionali già da settembre-ottobre", specifica il presidente di Luce Cinecittà. E anticipa: "Stiamo chiudendo un accordo con la piattaforma di distribuzione online iTunes, per la creazione di una stanza dedicata al cinema italiano e al documentario. Entro tre mesi, dovremmo essere in grado di partire almeno con le produzioni Luce Cinecittà, ma la finestra non sarà limitata a quelle". Il cinema del reale ritrova un suo meritato spazio. La speranza, ora, è che ritrovi anche il suo pubblico.

Per la lista dei cinema aderenti a L'Italia si racconta scarica il .pdf qui.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.