email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Belgio

Il Festival del Film Fantastico di Bruxelles fa tremare il Bozar

di 

- Il Festival Internazionale del Film Fantastico di Bruxelles si trasferisce al Palazzo delle Belle Arti e presenta oltre 110 film provenienti da tutto il mondo

Il Festival del Film Fantastico di Bruxelles fa tremare il Bozar

Dopo aver utilizzato per anni lo spazio quasi vergine di Tour & Taxis, il Festival Internazionale del Film Fantastico di Bruxelles (BIFFF) ha scelto di trasferirsi al Bozar (Palazzo delle Belle Arti), luogo apparentemente più tranquillo, ma che offre infrastrutture di qualità e che sembra aver infuso nuove fantasie di grandezza agli organizzatori. Liberatisi da certi vincoli logistici, hanno infatti deciso di aprire nuove sezioni (Inediti, Opere prime) e di valorizzare in modo specifico i talenti belgi del futuro attraverso una sezione fuori concorso e un premio assegnato dall'Unione della Stampa Cinematografica Belga. In programma anche quest'anno, prestigiose master class con Neil Jordan e Dario Argento, e un focus sull'Irlanda, con la proiezione in apertura dell'attesissimo Byzantium di Neil Jordan (leggi l’articolo), film di vampiri adulto e barocco con Gemma Atterton e Johnny Lee Miller.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Nella competizione thriller spicca la presenza di un bel contingente europeo, con tre film provenienti dal Regno Unito (The Imposter [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Bart Layton, The Liability [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Craig Viveiros e Trap for Cinderella di Ian Softley) e con Forgotten [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alex Schmidt (Germania) e Rat King di Petri Kotwica (Finlandia/ Estonia). Nel concorso 7° Parallelo ritroviamo Abracadabra dell'artista concettuale belga residente in Germania Lucile Desamory, Biancaneve [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pablo Berger
scheda film
]
di Pablo Berger (Spagna) e Vanishing Waves [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Kristina Buozyte
scheda film
]
di Kristina Buozyte (Lituania/Francia/Belgio). Nella competizione europea concorrono invece la Spagna (The End di Jorge Torregrossa, The Forest di Oscar Aibar), il Regno Unito (Community di Jason Ford, A Fantastic Fear of Everything [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Crispian Mills & Chris Hopewell, May I Kill You? di Stuart Urban), l’Italia (Fairytale di Christian Bisceglia e Ascanio Malgarini, Paura 3D di Antonio & Marco Manetti) e l’Irlanda (Earthbound di Alan Brennan). Infine, tre film europei sono in competizione internazionale: Ghost Graduation di Javier Ruiz Caldera (Spagna), The Human Race di Paul Hough (Regno Unito) e Stitches di Conor McMahon (Irlanda).

Da notare, in questa edizione 2013, l'inconsueta scarsezza di film francesi e scandinavi. L'appuntamento con il palmarès è il 13 aprile.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy