email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Belgio

Jérémie Rénier protagonista di un thriller brussellese

di 

- Pieter Van Hees gira con l'attore belga The Waste Land, thriller notturno che si immerge nel cuore del quartiere africano di Bruxelles

Jérémie Rénier protagonista di un thriller brussellese

Cominceranno nei prossimi giorni a Bruxelles le riprese di The Waste Land, ultimo capitolo della trilogia di Pieter Van Hees avviata nel 2008 con Linkeroever [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, e proseguita nel 2009 con Dirty Mind [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. L’attore belga Jérémie Rénier (foto) vi impersona un poliziotto tormentato, scosso dalla sua futura paternità, che si muove in una Bruxelles notturna e nottambula, nel cuore di Matongé, quartiere africano della capitale. Lo affianca un collega più esperto, interpretato da Peter Van Begin. Una Bruxelles notturna, ma anche cosmopolita, dove il paese, tra francofoni e neerlandofoni, si mischia con il mondo, specialmente con la comunità africana. Una Bruxelles notturna, al limite del fantastico, come l'Anversa di Linkeroever (che contribuì a rivelare Matthias Schoenaerts), in cui gran parte dell'intreccio si svolgeva in un immobile della rive gauche che ricordava quello di Rosemary’s Baby.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
LIM Internal

Mentre Linkeroever parlava dell'amore di una ragazza di 22 anni, e Dirty Mind s’interessava agli amori dei trentenni, Pieter Van Hees vuole raccontare con The Waste Land la possibile fine dell'amore. Il protagonista cerca di superare una crisi di coppia, crisi cui la sua città fa eco. Il film è ispirato al poema cult di T.S. Eliot, che aveva come riferimento la Londra del primo dopoguerra. Come Stephan Streker recentemente con Le Monde nous appartient [+leggi anche:
trailer
intervista: Stephan Streker
scheda film
]
, o Nicolas Provost l'anno scorso con L’Envahisseur [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
, Van Hees vuole restituire Bruxelles all'immaginario cinematografico belga, più spesso associato alle regioni vallone e fiamminga che alla capitale del paese.

Il film, che ha ricevuto il sostegno del VAF, è prodotto da Eurydice Gysel per Epidemic. La presenza di Jérémie Rénier (che ha rimpiazzato Matthias Schoenaerts, cui era destinata inizialmente la parte) dovrebbe permettere di prevedere una distribuzione nazionale del film. Le riprese termineranno a metà maggio.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.