email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Blue is the Warmest Colour proiettato a Paris Cinéma

di 

- La Palma d’oro cannense brilla nel ricco programma del festival parigino (dal 28 giugno all'8 luglio) che si aprirà con Venus in Fur

Blue is the Warmest Colour proiettato a Paris Cinéma

La recente Palma d’oro cannense Blue is the Warmest Colour [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Abdellatif Kechiche
scheda film
]
di Abdellatif Kechiche figura in testa all'opulenta programmazione dell'11mo festival Paris Cinéma (dal 28 giugno all'8 luglio 2013), annunciata oggi prima che il sindaco della capitale francese assegnasse la medaglia della Città al cineasta iraniano Asghar Farhadi (che ha brillato sulla Croisette e sta infiammando il botteghino francese con The Past [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- recensione), ospite d'onore di questa edizione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Per restare in ambito cannense, un altro concorrente, Venus in Fur [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Roman Polanski
scheda film
]
di Roman Polanski (leggi la recensione e l’intervista al regista), aprirà Paris Cinéma, mentre la chiusura della manifestazione sarà affidata ad Alabama Monroe [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Felix van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
scheda film
]
del belga Felix van Groeningen (premio del pubblico al Panorama della Berlinale).

Tra i nove titoli selezionati in concorso si distinguono La bataille de Solférino della francese Justine Triet (articolo – attrazione a Cannes della selezione dell'ACID), Kid [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della belga Fien Troch (news) e tre film scoperti a Berlino: Lifelong [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
della turca Asli Ozge (Panorama), In Bloom [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nana Ekvtimishvili e Simon…
scheda film
]
del duo Nana Ekvtimishvili - Simon Gross (recensione) e Youth [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Tom Shoval (recensione). Vi si aggiungono la Caméra d’Or cannense Ilo Ilo, due premiati a Berlino (il canadese Vic + Flo ont vu un Ours e l'americano Prince Avalanche) e il film brasiliano Celui que nous laissons.

Tra le 46 anteprime previste, il contingente cannense è massiccio con i concorrenti Jeune et Jolie [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: François Ozon
scheda film
]
di François Ozon, Michael Kohlhaas [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Arnaud des Pallières
scheda film
]
di Arnaud des Pallières (recensione) e Grisgris [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Mahamat-Saleh Haroun (recensione), ma anche Les salauds di Claire Denis (recensione) e Grand Central [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rebecca Zlotowski
scheda film
]
di Rebecca Zlotowki (recensione).

Altri otto titoli cannensi saranno presentati ai cinefili parigini: Le Congrès [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Ari Folman (recensione), Tip Top [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Serge Bozon
scheda film
]
di Serge Bozon (leggi la recensione e vedi l’intervista video), Les Apaches [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Thierry de Peretti, Henri [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Yolande Moreau
scheda film
]
di Yolande Moreau (recensione), 3X3D [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del trio Jean-Luc Godard - Peter Greenaway - Edgar Pêra, 2 automnes 3 Hivers di Sébastien Betbeder, Salvo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Fabio Grassadonia e Antoni…
scheda film
]
del duo italiano Fabio GrassadoniaAntonio Piazza (Grand Prix della Settimana della Critica) e Suzanne [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Katell Quillévéré
scheda film
]
di Katell Quillevéré (recensione e intervista video).

Si segnalano inoltre altri selezionati berlinesi come Elle s’en va [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Emmanuelle Bercot (recensione), Gold di Thomas Arslan (recensione e intervista), Layla Fourie [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Pia Marais (recensione) e Mes séances de lutte [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Jacques Doillon (recensione), ma anche titoli passati per Venezia (La Cinquième saison [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jessica Woodworth
scheda film
]
del duo Jessica WoodworthPeter Brosens, Hijacking [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tobias Lindholm
scheda film
]
di Tobias Lindholm) e Rotterdam (La tendresse [+leggi anche:
trailer
intervista: Marion Hänsel
scheda film
]
di Marion Hansel - recensione), senza dimenticare il film d'animazione Oggy et les cafards di Olivier Jean-Marie, La leggenda di Kaspar Hauser dell'italiano Davide Manuli, lo sconvolgente Northwest del danese Michael Noer, e i documentari Michael H. Profession: Director di Yves de Montmayeur e Sur le chemin de l’école di Pascal Plisson.

Infine, Paris Cinéma, che renderà omaggio a Natacha Régnier e Alain Robbe-Grillet, organizzerà un programma street-art su Keith Haring, un Focus battezzato Made in Belgiëque (in 100 film e su cui Cineuropa tornerà in dettaglio), una notte del cinema, una programmazione Paris CinéMômes e la tradizionale piattaforma di coproduzione Paris Project.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy