email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

LOCARNO 2013

Il cinema svizzero ben rappresentato a Locarno

di 

- Otto lungometraggi e due cortometraggi svizzeri festeggiano la loro prima mondiale al 66mo Festival del film di Locarno

Il cinema svizzero ben rappresentato a Locarno

Otto lungometraggi e due cortometraggi svizzeri festeggiano la loro prima mondiale al 66mo Festival del film di Locarno. Con la commedia Les grandes ondes [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lionel Baier
festival scope
scheda film
]
di Lionel Baier e il documentario di Jean-Stéphane Bron sul politico dell'Unione democratica del centro (UDC) Christoph Blocher, due film per il grande pubblico sono in programma sulla Piazza Grande.

Tre film svizzeri sono stati selezionati nella competizione principale: il nuovo lungometraggio di finzione Mary, Queen Of Scots di Thomas Imbach, il documentario Tableau noir di Yves Yersin e la coproduzione elvetico-italiana Sangue, dell'autore e regista italiano Pippo Delbono.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L’harmonie dello svizzero-francese Blaise Harrison concorrerà invece nella competizione "Cinéastes du présent ". Altri quattro film elvetici sono i programma fuori concorso in questa sezione, tra cui i nuovi film di Lorenz Merz, Cherry Pie, e di Benny Jaberg, The Green Serpent. Il documentario Watermarks di Luc Schaedler, festeggia dal canto suo la sua prima mondiale nell'ambito della Settimana della critica.

Nella serie "Histoire(s) du Cinéma" sono inoltre proiettati i due documentari restaurati di Alexander J. Seiler, Ludwig Hohl e Palaver, Palaver.

La sezione "Appellations Suisse", curata da dieci anni da Swiss Films, presenterà tra le produzioni più forti dell'anno: il documentario Karma Shadub di Ramòn Giger e Jan Gassmann, il documentario d'animazione La nuit de l’ours di Frédéric e Samuel Guillaume e ancora il documentario Harry Dean Stanton: Partly Fiction di Sophie Huber.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.