email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2013 Fuori Concorso

Locke, tutto in una notte per Tom Hardy

di 

- L'attesa seconda prova di regia del talentuoso sceneggiatore britannico Steven Knight segna un momento decisivo nella carriera dell'attore londinese

Locke, tutto in una notte per Tom Hardy

Locke [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, l'attesa seconda prova di regia del talentuoso sceneggiatore britannico Steven Knight arriva alla Mostra di Venezia nella selezione ufficiale fuori concorso. Dopo aver firmato degli script forti come quelli di Dirty Pretty Things [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 diretto da Stephen Frears, Amazing Grace [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 per Michael Apted, e La promessa dell'assassino diretto da David Cronenberg, Knight è approdato alla regia con Hummingbird (Redemption), interpretato da Jason Statham e distribuito da Lionsgate nel Regno Unito lo scorso giugno.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Locke, scritto dal regista e prodotto dalla Shoebox di Paul Webster, segna un momento decisivo nella crescente carriera di Tom Hardy, basata su ruoli che prevedevano un coinvolgimento corporeo e un trasformismo a cui l'attore londinese ha risposto egregiamente. Dal galeotto violento di Bronson [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, di Nicolas Winding Refn nel 2009, al combattivo boxeur in Warrior di Gavin O'Connor, dal fuorilegge dal cuore d'oro in Lawless di John Hillcoat, alla gelida spia Ricki Tarr nella Talpa di Tomas Alfredson, per finire con il falsario di sogni di Inception e lo psicopatico Bane, nemico di Batman nel Cavaliere oscuro - Il ritorno, entrambi diretti da Christopher Nolan.

Per interpretare Locke, a Hardy è stato richiesto invece di recitare seduto alla guida di una BMW per 85 minuti, con un montaggio che fa apparire il film come se fosse girato in tempo reale, mentre il regista ha spiegato di aver filmato tutte le scene per dieci volte e poi scelto le parti migliori.

Nonostante sia un dramma psicologico ambientato in un abitacolo su quattro ruote, Locke sviluppa una tensione crescente che lo rende un thriller mozzafiato. Per tutto il tempo Tom Hardy parla al telefono in viva voce con i suoi numerosi interlocutori o riflette ad alta voce, in una corsa contro il tempo per dipanare la matassa in cui si è aggrovigliata la sua vita. Grazie alla performance di Hardy e alle voci degli attori al telefono, Ruth Wilson, Olivia Colman, Andrew Scott, Tom Holland e Bill Milner, l'operazione di Steven Knight riesce e lo spettatore rimane incollato alla storia.

Ivan Locke/Tom Hardy è lo stimato direttore dei lavori di un grande cantiere nella Londra odierna in incessante trasformazione urbana. Quello che avverrà l'indomani nel suo cantiere è di portata storica: migliaia di tonnellate di calcestruzzo fresco verranno trasportate fin lì da decine di camion per gettare le fondamenta di un gigantesco grattacielo. 

Nonostante sia responsabile della complessa operazione, Ivan sceglie di seguire le sue scelte, che trasformeranno la sua esistenza e lo faranno allontanare dal destino della sua famiglia di origine e di un padre che lo ha abbandonato prima della nascita. Sale sulla sua auto e parte per raggiungere una donna fragile a cui si è legato indissolubilmente in una singola notte in cui ha tradito la moglie. 

Nello stesso momento ha due compiti quasi insormontabili a cui assolvere. Il primo e più difficile è chiamare la moglie Katrina e convincerla che nonostante tutto la ama e vuol tornare da lei e dai loro due figli. Il secondo è passare le consegne al suo assistente Donal e guidarlo a distanza nel difficile compito di gestire un'operazione edile il cui fallimento costerebbe 100 milioni di dollari al committente di Chicago. Ma come gli dice Katrina, "la differenza tra mai e una volta è la differenza tra il bene e il male".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy