email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

SAN SEBASTIAN 2013

San Sebastian premia il cinema spagnolo

di 

- Conchiglia d'oro al venezuelano Pelo malo. Premiati gli spagnoli La herida e Caníbal, il britannico Le week-end e il francese Quai d'Orsay

San Sebastian premia il cinema spagnolo
Mariana Rondón, directora de Pelo Malo

Il cinema spagnolo è stato il gran trionfatore della 61ma edizione del Festival Internazionale del Cinema di San Sebastian, la cui cerimonia di chiusura si è tenuta sabato scorso 28 settembre. Il palmarés annunciato dalla giuria presieduta dal regista statunitense Todd Haynes, che premia opere di grande valore artistico e coraggio, è stato accolto con soddisfazione da gran parte della stampa specializzata.

La Conchiglia d'Oro del miglior film è andato al modesto (è stato realizzato con appena 350.000 euro) ma contundente Pelo malo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mariana Rondón
scheda film
]
di Mariana Rondón, una coproduzione tra Venezuela, Perù e Germania (tramite Gunter Hanfgarn per Hanfgarn & Ufer Film und TV Produktion). Altro regista latinoamericano, Fernando Eimbcke si è aggiudicato la Conchiglia d'Argento della miglior regia per Club Sandwich, un'opera intima sul rapporto tra una madre e suo figlio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Due riconoscimenti, il Premio Speciale della Giuria e la Conchiglia d'Argento della miglior attrice, sono stati attribuiti a uno dei rappresentanti spagnoli, La herida [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Fernando Franco
scheda film
]
, film d'esordio del sivigliano Fernando Franco. Questa produzione di Kowalski FilmsElamediaPantalla PartidaEncanta Films e Ferdyduke, venduta in tutto il mondo da Imagina Internacional Sales, ruota attorno al personaggio di Ana (interpretata dalla premiata Marian Álvarez), che soffre di disturbo della personalità.

Il resto dei premi della Sezione Ufficiale sono andati a produzioni europee: Conchiglia d'Argento del miglior attore a Jim Broadbent per il britannico Le week-end [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, miglior fotografia a Pau Esteve per lo spagnolo Caníbal [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Manuel Martín Cuenca
scheda film
]
 (leggi la news) e miglior sceneggiatura ad Antonin Baudry, Christophe Blain e Bertrand Tavernier per il francese Quai d'Orsay [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(leggi la news). Quest'ultimo si è aggiudicato anche il premio FIPRESCI.

Infine, l'islandese Of Horses and Men [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Benedikt Erlingsson
scheda film
]
di Benedikt Erlingsson, che rappresenterà il suo paese agli Oscar, ha ricevuto il massimo riconoscimento della sezione Nuovi Registi.

E' possibile consultare la lista completa dei vincitori sul sito ufficiale del festival.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy