email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

SIVIGLIA 2013

Lo sconosciuto del lago trionfa a Siviglia

di 

- Il Giraldillo d'oro al conturbante thriller di Alain Guiraudie conferma lo spirito audace e avanguardista di questa manifestazione che coniuga successo di pubblico e programmazione straordinaria

Lo sconosciuto del lago trionfa a Siviglia

Il direttore del festival, José Luis Cienfuegos, ha sottolineato, ancor prima di leggere il verdetto finale della giuria, che, sebbene in attesa delle cifre ufficiali, l'affluenza di spettatori è aumentata del 40% rispetto all'edizione dell'anno scorso. Lo hanno dimostrato le lunghe code davanti alle casse delle diverse sedi di questo 10° Festival del Cinema Europeo di Siviglia che ha premiato Lo sconosciuto del lago [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alain Guiraudie
scheda film
]
 di Alain Guiraudie come miglior film della sua sezione ufficiale e anche per la miglior fotografia, opera di Claire Mathon.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Mentre il pubblico ha eletto miglior film della Selezione EFA 2013 il fenomeno The Broken Circle Breakdown [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Felix van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
intervista: Felix Van Groeningen
scheda film
]
, la giuria presieduta da Manuel Martín Cuenca (regista di Caníbal [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Manuel Martín Cuenca
scheda film
]
) ha assegnato il Giraldillo d'argento al documentario italiano Sacro Gra [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Gianfranco Rosi
scheda film
]
di Gianfranco Rosi "per il suo modo di ritrarre la vita quotidiana con straordinaria sensibilità e umanità". Il miglior regista è Tsai Ming-Liang per la coproduzione franco-taiwanese Stray dogs [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 e la miglior sceneggiatura è quella scritta da Clio Barnard per il suo film The Selfish Giant [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Clio Barnard
intervista: Clio Barnard
scheda film
]
.

Quanto alle categorie interpretative, i premi sono andati ad Alexandra Finder del film tedesco La moglie del poliziotto [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Philip Gröning
scheda film
]
, e a Toni Servillo, seducente e meraviglioso nell'italiano La grande bellezza [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paolo Sorrentino
scheda film
]
. Il bel film di Paolo Sorrentino si è aggiudicato anche il premio Eurimages della miglior coproduzione europea e quello dell'Associazione di Scrittori di Andalusia, che ha attribuito una menzione speciale a 10.000 noches en ninguna parte [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Ramón Salazar (intervista).

Nella sezione Las nuevas olas, il premio della giuria Camp US è andato a La jungla interior [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Juan Barrero
scheda film
]
, la sorprendente opera prima del sivigliano Juan Barrero, che grazie a questa premio avrà la diffusione che merita. Nella finestra no fiction di questa sezione che mostra un cinema più alternativo e innovativo, il premio è andato a Costa da Morte [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lois Patiño
scheda film
]
del galiziano Lois Patiño, dove il paesaggio di Finisterre acquista dimensioni narrative impressionanti. Nella nuova sezione Resistencias, il premio assegnato dalla giuria Fipresci è andato a El triste olor de la carne [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, film spagnolo di Cristóbal Arteaga, per il "suo sofisticato e disciplinato minimalismo nella narrazione, che combina il cinema d'autore con il thriller sociale".

Un palmarés degno e coraggioso, in accordo con la modernità e l'entusiasmo di una manifestazione che guarda alle nuovi e mutanti correnti del vivissimo cinema del nostro continente. Un grande applauso a tutta la squadra, ai giurati e alla sempre calda e accogliente città di Siviglia.  

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Leggi anche

Privacy Policy