email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2014 Concorso / Francia

Assayas, Bonello e Hazanavicius: tris d'assi in corsa per la Palma

di 

- Sils Maria, Saint-Laurent e The Search sono in concorso, come le produzioni maggioritarie Timbuktu e Adieu au langage

Assayas, Bonello e Hazanavicius: tris d'assi in corsa per la Palma
Sils Maria di Olivier Assayas

Tre registi francesi ben noti ai cinefili internazionali e habitué della più bella tra le vetrine della Croisette sono stati selezionati in concorso al 67mo Festival di Cannes (dal 14 al 25 maggio 2014). Un trio di grande impatto che era previsto dai pronostici, ma con una curiosità: due di questi sono in lingua inglese. 

Il primo è Sils Maria [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Charles Gillibert
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
, 14mo lungometraggio di finzione cinematografica di Olivier Assayas (59 anni), che parteciperà per la quarta volta alla competizione cannense dopo Les destinées sentimentales (2000), Demonlover [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2002) e Clean [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(premio dell'interpretazione per Maggie Cheung nel 2004). Nel cast di Sils Maria brillano la francese Juliette Binoche, gli americani Kristen Stewart e Chloë Moretz, il tedesco Daniel Brühl e l'inglese Tom Sturridge. Prodotto da Charles Gillibert per CG Cinéma per un budget di 5,1 M€, Sils Maria è prodotto al 45% dalla Francia (coproduzioni di Vortex Sutra, Arte France Cinéma e Orange Studio), al 42% dalla Germania (Pallas Film) e al 12% dalla Svizzera (CAB Productions e RTS). Pre-acquistato da ZDF, Canal+, NFP, Filmcoopi e IFC, il film è sostenuto anche da Eurimages, dal mini-trattato di coproduzione franco-tedesco, Cinéforom, Medienboard Berlin-Brandenburg, Mitteldeutsche Medienförderung e BLS Südtirol Alto Adige Film Fund & Commission. La distribuzione in Francia è assicurata da Les Films du Losange il 20 agosto e le vendite internazionali sono guidate da MK2.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Cinque lungometraggi e altrettanti passaggi per la Croisette: rivelatosi alla Settimana della Critique 2001 con Le Pornographe e selezionato alla Quinzaine des réalisateurs 2008 con De la guerre [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Bertrand Bonello (45 anni) tornerà con Saint-Laurent [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Bertrand Bonello
scheda film
]
in concorso a Cannes per la terza volta dopo Tiresia nel 2003 e L’Apollonide [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Adèle Haenel
scheda film
]
nel 2011. Centrato sul periodo 1965-1976 della vita del celebre stillista Yves Saint-Laurent, il film riunisce nel cast Gaspard Ulliel, Jérémie Renier, Léa Seydoux e Louis Garrel. Prodotto da Eric e Nicolas Altmayer per Mandarin Cinéma e co-sviluppato con Films Distribution, il lungometraggio ha beneficiato di un budget di 8,77 M€, che include le coproduzioni di Arte France Cinéma e di EuropaCorp (alle redini della distribuzione in Francia il 1° ottobre e delle vendite internazionali), e dei pre-acquisti di Canal+ e Ciné+

Sempre in lingua inglese, The Search [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Michel Hazanavicius
scheda film
]
permetterà a Michel Hazanavicius (47 anni) di partecipare per la seconda volta alla corsa alla Palma d'Oro dopo The Artist [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michel Hazanavicius
scheda film
]
, che aveva avviato nel 2011 sulla Croisette (con un premio dell'interpretazione per Jean Dujardin) la sua straordinaria carriera coronata da cinque premi Oscar nel 2012 (tra cui miglior film, miglior regista e miglior attore). Quinto lungometraggio del regista e libero remake del film omonimo di Fred Zinneman, The Search è interpretato dalla francese Bérénice Bejo (premio dell'interpretazione l'anno scorso a Cannes per Il passato [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e l'americana Annette Bening. Prodotto da Thomas Langmann ed Emmanuel Montamat per La Petite Reine, il film ha beneficiato di un budget di 20,6 M€ che include una coproduzione di France 3 Cinéma, e dei pre-acquisti di Canal+ e Ciné+. L'uscita francese sarà guidata il 26 novembre da Warner, le vendite internazionali sono gestite da Wild Bunch.

Si segnalano infine altre due produzioni maggioritarie francesi in concorso: Adieu au langage [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del mitico cineasta svizzero Jean-Luc Godard (prodotto, distribuito e venduto da Wild Bunch; montato grazie a un anticipo sugli incassi del CNC e ai pre-acquisti di Canal+ e Ciné+) e Timbuktu [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del mauritano Abderrahmane Sissako (prodotto da Les Films du Worso con Armada Films, Arte France Cinéma e Orange Studio; sostenuto dall'anticipo sugli incassi del CNC; distribuzione e vendite Le Pacte).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy