email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

SPETTATORI Norvegia

Una stagione da record

di 

- Merito di ben 22 nuove pellicole norvegesi prodotte nel 2002. Il cinema per l’infanzia ha raccolto i maggiori consensi, mentre il thriller Villmark è un hit da più di 10 settimane

Una stagione da record

Nel primo quadrimestre del 2003, il cinema norvegese ha portato nelle sale cinematografiche un milione di spettatori. Dopo un eccezionale inizio d’anno, il numero di ingressi registrati ad aprile si è attestato sui valori dello stesso mese del 2002, per un totale da record pari a 1.019.607 biglietti venduti.

Merito di ben 22 nuove pellicole norvegesi prodotte nel 2002, 9 delle quali già distribuite nel primo quarto dell’anno, conquistando (nonostante il calo di aprile) la significativa quota del 25 per cento del mercato domestico. Il cinema per l’infanzia ha raccolto i maggiori consensi, registrando 675.000 spettatori, grazie a due film di grande successo prodotti dalla Nordisk Film & TV AS, come le avventure del più famoso gruppo di criminali del Nord Europa, in versione giovanile, Olsenbanden jr. går under vann di Arne Lindtner Næss, che da solo ha raccolto ben 343.837 presenze in sala, e Ulvesommer di Peder Norlund, secondo in classifica con 193.475 ingressi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Anche Pelle Politibil, produzione della Yellow Cottage A/S diretta da Thomas Kaiser, si è piazzato in ottima posizione, evidenziando l’efficacia della politica di sostegno operata nei confronti della produzione destinata alle famiglie e ai bambini dalle Istituzioni governative norvegesi.
Tra gli altri lungometraggi, il thriller Villmark di Pål Øie si è rivelato, inaspettatamente, il terzo film norvegese più amato dal pubblico di casa, hit del box-office da più di 10 settimane con 177.000 presenze.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy