email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA Francia

Un piano export inedito per "una svolta strategica"

di 

- Nasce un fondo di sostegno automatico all’esportazione delle opere cinematografiche, guidato dal CNC e dotato di 8,5M€ di budget annuale

Un piano export inedito per "una svolta strategica"

"L'esportazione è una leva di crescita fondamentale. Le cifre attuali sono buone, ma bisogna ingranare la marcia, fare una svolta strategica. E’ un imperativo al contempo economico e culturale. Ovunque nel mondo emergono attori molto potenti, sia nei circuiti di sale cinematografiche che sulle piattaforme video online. E’ per questo che dobbiamo incoraggiare i progetti di forte ambizone artistica e internazionale. La produzione francese, prima in Europa, deve "pensare globale" per conquistare i mercati di paesi che stanno avendo un’espansione considerevole come l’Asia, l'America latina o l’Africa". In occasione dello studio 2015 sull’esportazione dei film francesi (con un record di incassi di 216 M€ per i venditori internazionali accompagnato da un incremento della diversità dei paesi acquirenti - consulta lo studio), la presidente del CNC, Frédérique Bredin, ha annunciato un ambizioso piano di esportazione dotato di 12 M€ all’anno, di cui 8,5 M€ alimenteranno un fondo di sostegno automatico all’esportazione delle opere cinematografiche.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Fondato sul principio del "bonus al successo internazionale" e mirando a incoraggiare l’assunzione di rischio degli esportatori per il finanziamento delle opere e la loro distribuzione nel mondo, questo fondo sosterrà i venditori in funzione del numero di entrate registrate dai film del loro catalogo nelle sale di 55 territori (ossia più del 90% del mercato). Questo sostegno che sarà calcolato dalla prima entrata in sala, quale che sia il prezzo del biglietto (per stimolare le vendite nei territori del futuro con un forte potenziale di spettatori anche se gli incassi non sono al momento molto alti), funzionerà in modo degressivo, secondo quattro livelli: 0,9 euro (fino a 50 000 entrate), 0,55 euro (da 50 000 a 100 000 entrate), 0,35 euro (da 100 000 a 200 000) e 0,15 euro (da 200 000 a 700 000 entrate). Due maggiorazioni del 20 % sono anche previste per i film in lingua francese e per le opere prime e seconde. Infine, i film del patrimonio avranno un tasso specifico di 0,3 euro a entrata. I venditori internazionali potranno reinvestire il sostegno generato nel MG (minimo garantito) o in spese di prospezione o di promozione. Da notare che questo dispositivo è per ora sperimentale, limitato nel tempo a tre anni. Inoltre, non vengono dimenticati i produttori poiché il loro fondo di sostegno automatico metterà in conto le entrate all’estero (fino ad oggi, solo le entrate in Francia e le diffusioni TV o video erano integrate nel calcolo).

Il piano export (i cui meccanismi sono stati approvati in via preliminare dalla Commissione europea) prevede anche 3,4 M€ all’anno per le opere TV attraverso una moltiplicazione per due degli aiuti al sottotitolaggio, al doppiaggio e alla promozione (in particolare un aumento delle spese eleggibili al webmarketing).

Affiancata da Jean-Paul Salomé e da Isabelle Giordano, presidente e direttrice generale di UniFrance, Frédérique Bredin ha insistito specialmente su alcuni punti: la necessità di supportare i progetti francesi più ambiziosi artisticamente che non possono che ammortarsi all’estero, la constatazione che molti film d’autore francesi registrano più entrate all’estero che non in patria, e i limiti a lungo termine del mercato francese dove il ruolo essenziale delle televisioni nel finanziamento delle opere non è garantito in futuro. Riflessioni in un contesto sempre più globale che hanno portato alla genesi di un piano di esportazione con l’intento di esplorare nuove frontiere.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy