email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FINANZIAMENTI Ex Yugoslavia

Supporto per Father e Son

di 

- I progetti di Srdan Golubović e Ines Tanović hanno ricevuto il finanziamento di HAVC e del Fondo cinematografico di Bosnia ed Erzegovina

Supporto per Father e Son
Il regista Srdan Golubović

Il nuovo progetto del regista serbo Srdan Golubović, Father, e il secondo progetto filmico della cineasta bosniaca Ines Tanović, Son, hanno ricevuto il supporto finanziario dei fondi cinematografici di Croazia e Bosnia ed Erzegovina.

Father, una coproduzione maggioritaria serba di Baš Čelik, ha ricevuto la settimana scorsa €100.000 dal Centro dell’Audiovisivo Croato HAVC (il coproduttore locale è Propeler Film) e questa settimana ha ottenuto altri €20.000 dal Fondo cinematografico di Bosnia ed Erzegovina (la compagnia locale coinvolta è SCCA/Pro.ba). In precedenza, il progetto aveva ricevuto €240.000 dal Film Center Serbia, €150.000 dal tedesco Mitteldeutsche Medienförderung (il coproduttore tedesco è Neue Mediopolis) e €30.000 dal programma MEDIA di Europa Creativa.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Con i partner di Francia (ASAP Films) e Slovenia (Vertigo), la squadra del film chiederà supporto finanziario nei rispettivi paesi, e l’inizio delle riprese è previsto per settembre 2017, stando alle dichiarazioni della produttrice Jelena Mitrović. Il film precedente di Golubović, Circles [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Srdan Golubovic
scheda film
]
, presentato in prima mondiale al Sundance 2013, aveva vinto il Premio speciale della giuria, ed è stato proiettato al Forum della Berlinale e in numerosi altri festival, vincendo in particolare il Premio del pubblico a Sarajevo.

Il progetto di opera seconda della cineasta bosniaca Tanović, Son, ha ricevuto €114.000 dal Fondo cinematografico bosniaco, e precedentemente €30.000 dal programma MEDIA. Al mercato di coproduzione CineLink di Sarajevo, aveva ottenuto nel 2015 €10.000 del Premio dell’Agenzia cinematografica macedone e servizi di post-produzione da Synchro Film Vienna, del valore di €2.500; inoltre, il produttore Alem Babić aveva vinto la borsa EAVE. Il primo film di Tanović, Our Everyday Life [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ines Tanović
scheda film
]
, in prima mondiale a Sarajevo nel 2015, ha girato una trentina di festival internazionali, ricevendo il Premio del miglior attore per Uliks Fehmiu a Vilnius. E’ stato anche il candidato bosniaco agli Oscar.

Altri vincitori del Fondo cinematografico bosniaco da segnalare sono 9034 di Danis Tanović (€102.000) e Srebrenica di Jasmila Žbanić (€232.000), oltre alle coproduzioni minoritarie The Wild Pear Tree di Nuri Bilge Ceylan (€41.000) e Just Close Your Eyes (€20.000), primo film del regista croato Jure Pavlović, che con Picnic ha vinto l’European Film Award per il miglior cortometraggio nel 2015.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy