email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Serbia

Requiem for Mrs. J. vince ai premi serbi del FEST di Belgrado

di 

- Bojan Vuletić sbaraglia la concorrenza nazionale e vince per Miglior Film, Migliore Regia e Sceneggiatura, mentre Quit Staring at My Plate domina tra i film internazionali

Requiem for Mrs. J. vince ai premi serbi del FEST di Belgrado
Il regista Bojan Vuletić e, sullo sfondo, la presidente della giuria Ksenija Marinković

Si è conclusa nel weekend con due cerimonie la 45a edizione del FEST - Festival Internazionale del cinema di Belgrado (24 febbraio – 5 marzo), che dallo scorso anno ospita anche la consegna dei premi nazionali serbi. Questi ultimi sono stati conferiti sabato, mentre domenica si è svolta la serata di chiusura con l’attribuzione dei premi ai film in corsa nella competizione internazionale.

Requiem for Mrs. J. [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bojan Vuletić
scheda film
]
di Bojan Vuletić, presentato alla Berlinale nella sezione Panorama Special, ha trionfato nella competizione nazionale, ricevendo il Belgrade Victor Award e vincendo nelle categorie Miglior Film, Migliore Regia e Migliore Sceneggiatura, oltre che per la Migliore Attrice con Mirjana Karanović.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
EFP hot docs

Lazar Ristovski è stato eletto Miglior Attore per il suo ruolo nel film di Miloš Radović Train Driver's Diary [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Milos Radović
scheda film
]
. Il Premio della Giuria è andato a Wind [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Tamara Drakulić, mentre Afterparty di Luka Bursać, mostrato in anteprima proprio al FEST, si è aggiudicato la statuetta come Miglior Opera Prima. 

La giuria era composta dall’attrice croata Ksenija Marinković, dagli sceneggiatori e registi serbi Miroslav Momčilović e Boban Skerlić,dall’attore francese Jean-Marc Barr e dall’ex direttore del Croatian Audiovisual Centre, Hrvoje Hribar.

Per quanto riguarda la competizione internazionale, la regista croata Hana Jušić e il suo Quit Staring at My Plate [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hana Jušić
scheda film
]
si sono visti consegnare il Belgrade Victor per il Miglior Film e la protagonista del film, Arijana Čulina, ha vinto come Miglior Attrice.

La giuria internazionale – formata dal regista serbo Srdan Golubović, da Sergej Trifunović e Branka Katić, dal produttore croato di stanza a Parigi Čedomir Kolar, e dal cineasta croato Dalibor Matanić – ha consegnato il suo premio a Heartstone [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Guðmundur Arnar Guðmundsson
scheda film
]
di Guðmundur Arnar Guðmundsson, vincitore anche per la Miglior Opera Prima, e nella categoria Miglior Regia al russo Kirill Serebrennikov per il film The Student.

Inoltre, lo sloveno Damjan Kozole ha ricevuto il "Nebojša Djukelić" come Miglior Film Regionale per Nightlife [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Damjan Kozole
scheda film
]
, e il premio del pubblico è andato a Paterson [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Jim Jarmusch.  

Ulteriori premi sono stati attribuiti in altre competizioni. Ecco di seguito la lista completa:

Competizione nazionale

Belgrade Victor per Miglior Film

Requiem for Mrs. J. [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bojan Vuletić
scheda film
]
- Bojan Vuletić

Premio della Giuria
Wind [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Tamara Drakulić

Miglior Regia
Bojan Vuletić - Requiem for Mrs. J.

Miglior Sceneggiatura
Bojan Vuletić - Requiem for Mrs. J.

Miglior Attore
Lazar Ristovski - Train Driver's Diary [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Milos Radović
scheda film
]

Miglior Attrice
Mirjana Karanović - Requiem for Mrs. J.

Miglior Opera Prima
Afterparty - Luka Bursać

"Milutin Čolić" Politika Award
Requiem for Mrs. J. - Bojan Vuletić

Competizione internazionale

Belgrade Victor per Miglior Film
Quit Staring at My Plate [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hana Jušić
scheda film
]
- Hana Jušić (Croazia/Danimarca)

Premio della Giuria
Heartstone [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Guðmundur Arnar Guðmundsson
scheda film
]
- Guðmundur Arnar Guðmundsson (Islanda/Danimarca)

Miglior Regia
Kirill Serebrennikov - The Student (Russia)

Miglior Sceneggiatura
Argyris Papadimitropoulos - Suntan [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Argyris Papadimitropoulos
scheda film
]
(Grecia/Germania)

Miglior Attrice
Arijana Čulina - Quit Staring at My Plate

Miglior Attore
Pyotr Skvortsov - The Student

Miglior Opera Prima
Heartstone - Guðmundur Arnar Guðmundsson

“Nebojša Djukelić" Award
Nightlife [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Damjan Kozole
scheda film
]
- Damjan Kozole (Slovenia/Macedonia/Bosnia Erzegovina)

Programma Frontiere

NIN Award per Miglior Film
Rocco [+leggi anche:
trailer
intervista: Thierry Demaizière, Alban …
scheda film
]
- Thierry Demaizière, Alban Teurlai (Francia)

Premio Speciale della Giuria

Under the Shadow [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Babak Anvari (Giordania/Qatar/Regno Unito)

Premi FEDEORA

Competizione Nazionale
Train Driver's Diary - Miloš Radović

Competizione Internazionale
The Student - Kirill Serebrennikov

Premio del pubblico "Gorki List"
Paterson [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Jim Jarmusch (Stati Uniti/Germania)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy