email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

SXSW 2017

Una flotta di film europei approda al SXSW Festival

di 

- Numerose opere europee sono previste in anteprima americana al festival texano

Una flotta di film europei approda al SXSW Festival
DRIB di Kristoffer Borgli

Sta per alzarsi il sipario sulla 24a edizione del SXSW Film Festival, la manifestazione dedicata ai “più innovativi, intelligenti e divertenti nuovi film dell’anno” in programma dal 10 al 19 marzo a Austin, in Texas.  “Siamo entusiasti di rivelare la carrellata di talenti presenti quest’anno. Abbiamo volutamente messo in piedi un programma molto vario, per rispecchiare tutte quelle voci uniche e nuove che esplorano e celebrano il processo creativo, l’odierno spirito culturale e inquadrano prospettive universali attraverso storie profondamente personali”, ha spiegato Janet Pierson, direttrice di SXSW. Una lunga serie di film europei arricchisce il festival.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Due coproduzioni europee si sfidano nella categoria Narrative Feature Competition: il primo è il polacco-americano A Critically Endangered Species [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, scritto e diretto dal poeta Zachary Cotler e dalla romanziera/produttrice Magdalena Zyzak, storia di una poetessa decisa a togliersi la vita, ma che, prima del gesto fatale, desidera scegliere un giovane scrittore maschile come proprio esecutore testamentario. Il secondo titolo è quello del thriller psicologico ispano-americano Most Beautiful Island [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ana Asensio
scheda film
]
, sceneggiato, diretto e interpretato da Ana Asensio, che mostra le intricate vicende di alcune migranti sbarcate a New York senza documenti e con la speranza di costruirsi una nuova vita.   

Due film britannici, la commedia d’azione Free Fire [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Ben Wheatley e il docu-fiction On the Road [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Michael Winterbottom, saranno inseriti nella sezione denominata Headliners. Daphne [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’esordiente regista scozzese Peter Mackie Burns, il francese Going to Brazil [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Patrick Mille e l’inglese Us and Them [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, scritto e diretto da Joe Martin, sono stati giudicati come “film di finzione di alto profilo” e quindi meritevoli di concorrere nella sezione Narrative Spotlight.  Pornocracy dell’ex attrice porno femminista Ovidie, oggi diventata regista, verrà proiettato in anteprima mondiale nella categoria Documentary Spotlight. Altro debutto mondiale per Walk With Me [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Max Pugh e Marc J Francis, ritratto di una comunità monastica.  

In programma nella sezione Visions, che accoglie il cinema più sperimentale, l’Europa trova ancora spazio grazie alla commedia drammatica norvegese DRIB [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Kristoffer Borgli, la cui trama ruota attorno ad un artista e ai suoi video virali erroneamente creduti autentici, all’insegna di una storia “resa di finzione quanto basta per evitare complicazioni legali”, secondo chi ha lavorato al progetto. Per Visions ci sarà anche il documentario di Benjamin Wigley, Paa Joe & the Lion [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Regno Unito/Ghana), storia di bare fantasiose.

Tra i film selezionati per la categoria Global, vetrina per nuovi talenti internazionali, abbiamo il documentario di Yuri Ancarani, The Challenge [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, giustapposizione tra la centenaria tradizione di falconeria e la moderna cultura araba, il polacco Satan Said Dance [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Kasia Roslaniec, definito un “film Instagram ai tempi dei selfie”, e il documentario tedesco Win by Fall, storia di formazione su alcune lottatrici di wrestler. Infine, il thriller di Nevio Marasović, Goran [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nevio Marasović
scheda film
]
, è stato accolto come uno dei titoli di spicco nel programma Festival Favorites, così come la commedia horror inglese Prevenge [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, scritta, diretta e interpretata da Alice Lowe.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy