email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FINANZIAMENTI Malta

Un nuovo impulso per il fondo cinematografico maltese

di 

- Il budget messo a disposizione dei registi locali per tutte le diverse fasi di realizzazione di un film è stato incrementato di 300.000€

Un nuovo impulso per il fondo cinematografico maltese

La Commissione cinema di Malta ha annunciato un primo aumento di liquidità per il Fondo cinematografico maltese, con un incremento previsto di 300.000€. Il fondo è stato creato con l’obiettivo di sostenere i cineasti locali in tutte le diverse fasi di realizzazione di una pellicola, dallo sviluppo fino alla distribuzione, in modo da innalzare la qualità del cinema prodotto sull’isola.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Destinato in primo luogo allo sviluppo e alla produzione di opere maltesi, il fondo è oggi aperto ai registi affermati come a quelli emergenti, e abbraccia ogni tipo di genere: lungometraggi di finzione, documentari, film d’animazione, serie tv internazionali di alta qualità e cortometraggi. L’idea è quella di promuovere un’industria filmica nazionale florida e autosufficiente. 

Il Fondo cinematografico maltese include sette diverse sovvenzioni. Per la fase progettuale sono previsti due programmi di aiuti, uno per la scrittura della sceneggiatura e uno per lo sviluppo dell’opera, dotati rispettivamente di un massimo di 5.000€ e 30.000€. Per i film giunti allo stadio di produzione, il fondo mette a disposizione di lungometraggi e documentari un totale di 120.000€, mentre vengono destinati fino a 2.500€ e 20.000€, rispettivamente, al programma di cortometraggi per nuovo talenti e a quello per la produzione di cortometraggi. Infine, per estendere la presenza maltese a livello internazionale, il fondo comprende due pacchetti di aiuti alla distribuzione, uno per il marketing fino a 10.000€ e uno per le spese di partecipazione ai festival internazionali, con un valore di 300€ per i corti e di 500€ per lungometraggi e documentari.

Il commissario Engelbert Grech ha fatto sapere che tali cambiamenti sono stati apportati in seguito a una serie di discussioni avvenute con esperti del settore e professionisti locali, al fine di fronteggiare le sfide dell’industria. Il Ministro del turismo Edward Zammit Lewis ha inoltre sottolineato come il fondo faccia parte di una più ampia strategia messa in atto per rafforzare il settore cinematografico del paese.   

Il Fondo cinematografico maltese è amministrato dalla Commissione cinema di Malta, con il patrocinio del Ministero del turismo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy