email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Polonia

Più di 200 film in vetrina per Off Camera

di 

- Dedicato al cinema indipendente, il festival inaugura oggi a Cracovia la sua 10a edizione con un ricco calendario, in programma fino al 7 maggio

Più di 200 film in vetrina per Off Camera
Stars di Jan Kidawa-Blonski

Più di 200 film figurano nel calendario del 10° festival internazionale del cinema indipendente Netia Off Camera, che proprio oggi ha preso il via a Cracovia e che terminerà il prossimo 7 maggio. Per le numerose pellicole in programma, la manifestazione ha messo inoltre in palio la somma non trascurabile di 100.000 dollari, cui si aggiunge la garanzia della sovvenzione di un milione di zloty polacchi (circa 230.000 euro), che il vincitore potrà investire per la sua opera seguente.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tra i dieci lungometraggi in lizza nella competizione ufficiale "Making Way" e che attendono il verdetto della giuria presieduta da Agnieszka Holland, troviamo diverse anteprime polacche. L’Europa è ben rappresentata, con numerose pellicole incentrate sulla giovinezza e sull’adolescenza, da La ragazza del mondo [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Marco Danieli
scheda film
]
dell’italiano Marco Danieli, con protagonista una giovane testimone di Geova, a A Date for Mad Mary [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell’irlandese Darren Thornton, storia di una ragazza che torna a casa dopo essere uscita di prigione, passando per Filthy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tereza Nvotová
scheda film
]
della slovacca Tereza Nvotova, che spezza il silenzio attorno al tema dello stupro e delle sue conseguenze traumatiche, o ancora Butterfly Kisses [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rafael Kapelinski
scheda film
]
del britannico Rafael Kapelinski, dramma in bianco e nero che racconta le disavventure di tre adolescenti in una città a sud di Londra. Portabandiera del cinema polacco sarà invece The Last Family [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dawid Ogrodnik
scheda film
]
, il pluripremiato lungometraggio diretto da Jan P. Matuszynski e presentato per la prima volta in concorso a Locarno, dove si è aggiudicato il premio al Miglior attore.

Come vuole la tradizione del festival, il premio offerto dalla Fondatione Kulczyk, del valore di 300.000 zloty, pari a circa 70.000 euro, sarà attribuito al vincitore della sezione dedicata al cinema nazionale, che quest’anno comprende dieci titoli: Amok [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Kasia Adamik, Hatred [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Wojciech Smarzowski, Le donne e il desiderio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tomasz Wasilewski
scheda film
]
di Tomasz Wasilewski, I’m a Killer [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maciej Pieprzyca
intervista: Renata Czarnkowska-Listos …
scheda film
]
di Maciej Pieprzyca, The Art of Loving [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Maria Sadowska, Kamper [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Lukasz Grzegorzek e Playground [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bartosz M. Kowalski
scheda film
]
di Bartosz Kowalski. Ugualmente in concorso un trio di premiere polacche composto da Stars [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jan Kidawa-Blonski, Satan Said Dance [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Katarzyna RoslaniecMemories of Summer [+leggi anche:
trailer
intervista: Adam Guziński
scheda film
]
di Adam Guzinski.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy