email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM Italia

2Night: tutto in una notte

di 

- L’opera seconda di Ivan Silvestrini, remake di un film israeliano, mette in scena due giovani sconosciuti che vogliono passare una notte di sesso insieme, ma non trovano parcheggio

2Night: tutto in una notte
Matteo Martani e Matilde Gioli in 2Night

Conoscersi, giocare, desiderarsi, e poi svelare i propri difetti, litigare e infine riprendersi. Le varie fasi di un rapporto di coppia condensate tutte in una notte, e all’interno di una macchina. E’ 2Night [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, secondo lungometraggio per il cinema di Ivan Silvestrini (dopo Come non detto), un indie romantico girato in appena due settimane e con un piccolo budget (140mila euro), remake dell’omonimo film israeliano del 2011 diretto da Roi Werner.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Se l’originale si svolgeva nella caotica Tel Aviv, qui invece siamo a Roma, nella movida del venerdì sera. Una ragazza si avvicina a un ragazzo in discoteca, con fare provocatorio beve dal suo bicchiere e gli chiede di accompagnarla a casa. Non conosciamo i loro nomi, ma lei è Matilde Gioli, rivelazione de Il capitale umano [+leggi anche:
trailer
intervista: Paolo Virzì
scheda film
]
di Paolo Virzì, lui è Matteo Martani, visto in La felicità è un sistema complesso [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Gianni Zanasi
intervista: Valerio Mastandrea
scheda film
]
e tra pochi giorni a Cannes nel cast di Formidabile [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Michel Hazanavicius
scheda film
]
di Michel Hazanavicius. Parte così una specie di road movie per le vie della capitale: i due salgono in macchina, e ci rimarranno per tutto il film, fino all’alba. Perché se l’intenzione era concludere la serata a casa di lei, è pur vero che in certi quartieri di Roma, il venerdì sera, trovare parcheggio è praticamente impossibile.

“Anche le avventure di una notte hanno una loro poetica, ed era bello raccontare questo incontro senza immaginare per forza un futuro insieme”, spiega il regista, classe 1982, che ha da poco finito di girare negli Stati Uniti un altro film, Monolith [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, thriller sci-fi che ha sempre a che vedere con un’automobile. La permanenza forzata in auto costringe i due a entrare in confidenza e a buttar giù le maschere. L’eterno girovagare nella notte di questi due trentenni diventa lo specchio di una generazione senza meta e dai rapporti liquidi, con questi due giovani sradicati (una viene da Milano, l’altro da Verona, entrambi alieni in una metropoli difficile e ingarbugliata) che giocano a ruoli invertiti (lei intraprendente e sfacciata, lui timido e prudente) e il corteggiamento non sanno cosa sia, mentre YouPorn invece sì, lo conoscono molto bene.

La sceneggiatura, adattata per l’Italia da Antonio Manca, Antonella Lattanzi e Marco Danieli (miglior regista esordiente ai David di Donatello quest’anno per La ragazza del mondo [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Marco Danieli
scheda film
]
), avrebbe potuto regalare qualche motivo d’interesse in più (la misteriosa valigia custodita nel bagagliaio, per esempio, non soddisfa pienamente le aspettative che crea) e i dialoghi ogni tanto languono, cosa che per un film con due personaggi e ambientato interamente in un’auto può essere un problema. La regia di Silvestrini è però dinamica, sfrutta ogni angolazione possibile e crea buoni momenti d’atmosfera, sostenuta da una colonna sonora pop-elettronica generazionale e da una coppia di protagonisti tutto sommato azzeccata che fanno di questo film di appena 74 minuti un’opera più che godibile per un pubblico giovane.

Presentato lo scorso ottobre alla Festa del cinema di Roma nella sezione Alice nella Città, 2Night è prodotto da Controra Film in coproduzione con Jando Music e Mountfluor Films, in collaborazione con Rai Cinema e con il sostegno di Mibact e Regione Lazio. A portarlo nelle sale italiane il 25 maggio sarà Bolero Film; le vendite estere sono affidate a Intramovies.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy