email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Charles Berling e Swann Arlaud in Un beau voyou

di 

- I due attori sono coprotagonisti del primo lungometraggio di Lucas Bernard, una produzione di Les Grands Espaces attualmente in fase di riprese

Charles Berling e Swann Arlaud in Un beau voyou
Gli attori Charles Berling (a sinistra, © Ben Dauchez/Charlette Studio) e Swann Arlaud

Dal 15 maggio, Lucas Bernard è impegnato nella regione parigina con le riprese del suo primo lungometraggio, Un beau voyou [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Fattosi notare come romanziere con Les Lacets rouges, come capo-operatore o ancora come regista del corto La place du mort, il cineasta ha riunito nel cast Charles Berling (quattro volte candidato al César come miglior attore, recentemente apprezzato in Elle [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 e in Marie Curie [+leggi anche:
trailer
intervista: Marie Noëlle
scheda film
]
, e presto in sala con Fleuve noir e Marvin), Swann Arlaud (candidata al César 2016 come miglior esordiente per Les anarchistes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 e interprete in Ni le ciel ni la terre [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 e in Una vita [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Stéphane Brizé
scheda film
]
, non è passata inosservata all’ultima Semaine de la Critique cannense con Petit Paysan [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hubert Charuel
scheda film
]
) e Jennifer Decker (attrice stabile della Comédie Française, apparsa in pellicole come Lulu and Jimi [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
D'amour et d'eau fraîche [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 e La corte [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta da Lucas Bernard, la sceneggiatura ruota attorno Beffrois, un commissario poco entusiasta all’idea di andare in pensione, in particolare dopo il furto di un quadro. È l’eleganza con cui il colpo è stato commesso ad attirare la sua attenzione? È l’audacia del delitto? È la bellezza dell’opera rubata? Beffrois si mette ad investigare come qualcuno che sta mangiando la sua ultima leccornia, scoprendo poco a poco un ladro atipico e imprendibile, isolato ai margini della società e della sua epoca.  

Prodotto da Florian Môle per Les Grands Espaces, Un beau voyou è una coproduzione di France 3 Cinéma. Pre-acquistato da Canal+ e Ciné+, il film raccoglie inoltre il sostegno, accordato in anticipo sugli incassi, del CNC e della regione Ile-de-France. Si ricordi che il progetto era già stato selezionato nel 2015 dalla residenza di regia Emergence.

Le otto settimane di riprese si svolgeranno a Parigi e dintorni fino all’11 luglio. La distribuzione in Francia e la vendita internazionale della pellicola sono assicurate da Pyramide.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.