email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Tutta l’animazione mondiale ad Annecy

di 

- 217 film in competizione per il 41° Festival Internazionale del Film d'Animazione che comincia oggi, affiancato da un Mercato che cresce sempre di più

Tutta l’animazione mondiale ad Annecy
Zombillenium di Arthur de Pins e Alexis Ducord

La 41a edizione del Festival Internazionale del Film d'Animazione di Annecy (dal 12 al 18 giugno 2017), che si apre stasera con la coproduzione franco-belga Zombillénium [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Arthur de Pins e Alexis Ducord (première a Cannes e nelle sale francesi con Gebeka il 18 ottobre), vedrà come sempre i professionisti del settore raggiungere la città savoiarda da ogni angolo del mondo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Quest’anno il paese ospite, la Cina, ha già fatto parlar di sé facendo pressione sulla squadra del delegato artistico Marcel Jean affinché Have a Nice Day di Liu Jian (svelato in competizione a Berlino e venduto nel mondo da Memento) fosse ritirato dalla competizione dei lungometraggi che riunisce nove titoli. Oltre a Zombillénium, tra gli aspiranti al Cristal 2017 brillano quindi La passion Van Gogh [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dorota Kobiela
scheda film
]
del duo Dorota Kobiela - Hugh Welchman (prodotto da Polonia e Regno Unito - esce in Francia l’11 ottobre via La Belle Company), il film britannico Ethel and Ernest [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Roger Mainwood (coprodotto dal Lussemburgo), la coproduzione tedesco-austriaca Téhéran Tabou [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ali Soozandeh
scheda film
]
di Ali Soozandeh (svelata alla Semaine de la Critique cannense), un film americano, uno cinese e tre giapponesi che saranno valutati da una giuria che include la cineasta francese Céline Sciamma, il suo collega spagnolo Alberto Vázquez e Mohamed Beyoud (direttore artistico del festival di Meknès).

In totale, 217 film provenienti da 49 paesi saranno presentati nelle varie sezioni competitive del festival (cortometraggi, film di fine studi in competizione, film tv, film su commissione). Da notare che il 48% dei titoli che saranno proiettati nelle categorie cortometraggi e film di fine studi sono stati diretti o co-diretti da donne.

Tredici lungometraggi figurano nel menù fuori concorso, in particolare 1917 - The Real October [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Katrin Rothe
scheda film
]
della tedesca Katrin Rothe, i film norvegesi The Man Who Knew 75 Languages [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del duo Anne Magnussen - Pawel Debski (coprodotto da Polonia e Lituania) e In the Forest of Huckybucky [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Rasmus A Sivertsen (coprodotto dai Paesi Bassi), Le Voyage de Ricky [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Reza Memari e Toby Genkel (che associa Germania, Belgio, Lussemburgo e Norvegia) e due film spagnoli: Deep [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Julio Soto (coprodotto da Stati Uniti e Belgio) e Tad, the Lost Explorer, and the Secret of King Midas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Enrique Gato e David Alonso.

Tra le proiezioni evento, sono da segnalare il film franco-lussemburghese Drôles de petites bêtes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Antoon Krings e Arnaud Bouron (esce in Francia il 13 dicembre), Le Grand Méchant Renard et autres contes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del duo francese Benjamin Renner e Patrick Imbert (che StudioCanal lancerà in Francia il 21 giugno), la coproduzione franco-giapponese Mutafukaz [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Guillaume Renard e Shojiro Nishimi e Les As de la jungle [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del francese David Alaux (che SND distribuirà in Francia il 26 luglio), ma anche il blockbuster americano Cattivissimo me 3 (alla presenza dei suoi due co-registi francesi Pierre Coffin ed Éric Guillon, la cui fabbricazione è affidata a Illumination Mac Guff, la filiale parigina dello studio americano).

Quanto agli Incontri che riuniranno esperti e grandi nomi dell’animazione mondiale, Kristine Belson (presidente di Sony Pictures Animation) offrirà una "keynote", così come, fra gli altri, Eric Coleman (Disney Television Animation), senza dimenticare 6 Making of e Lezioni di cinema, 10 Studio Focus e 
14 Conferenze.

Infine, tra i 12 Work in Progress in programma si distinguono The Breadwinner [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Nora Twomey (prodotto da Canada, Irlanda e Lussemburgo), Petit Vampire del francese Joann Sfar, Captain Morten and the Spider Queen [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Kaspar Jancis (che associa Estonia, Irlanda e Belgio) e la produzione lussemburghese Zero Impunity [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Nicolas Blies e Stéphane Huber-Blies.

Parallelamente al festival si svolgerà dal 13 al 16 giugno il 31° MIFA, il mercato n°1 nel mondo per l’animazione e che durerà quest’anno un giorno in più, con più di 2800 professionisti attesi. Il mercato proporrà diversi eventi, in particolare i Pitch (che includono il progetto britannico Lollipop di Lisa Marie Russo e Gabriella Ditton, Le Pantalon della francese Caroline Attia Larivière, Allah n'est pas obligé del suo connazionale Zaven Najjar e Dom Fradique del portoghese José "Zepe" Cavalheiro), il primo Vertice Mondiale Women in Animation, la presenza come padrino del Mifa Campus del regista messicano Guillermo del Toro e una celebrazione dei 70 anni dell’animazione polacca.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy