email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Serbia

Park vince il Golden Tower a Palić

di 

- Tra i vincitori del Festival Europeo del Cinema ci sono anche Axolotl Overkill e Quit Staring at My Plate

Park vince il Golden Tower a Palić
Amanda Livanou, produttore de Park, con il suo Golden Tower (© European Film Festival Palić)

Il 24o Festival Europeo del Cinema di Palić (15-21 luglio) si è concluso venerdì con la vittoria di Park [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sofia Exarchou
scheda film
]
di Sofia Exarchou.

Il film greco ha riportato il premio principale del festival, il Golden Tower, mentre il Palić Tower per la Migliore Regia è andato alla tedesca Helene Hegemann per Axolotl Overkill [+leggi anche:
trailer
intervista: Helene Hegemann
scheda film
]
, che era stato presentato in anteprima mondiale al Sundance. Una menzione speciale è andata a Igor Bezinović per A Brief Excursion [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, che questo weekend ha vinto anche il Grand Golden Arena per il Miglior Film al Festival del Cinema di Pola, in Croazia (leggi la notizia). La giuria era presieduta da Cristi Puiu.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Nella Selezione Ufficiale erano presenti anche Jupiter's Moon [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Kornél Mundruczó
scheda film
]
, Ana mon amour [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Călin Peter Netzer
scheda film
]
, Fortunata [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sergio Castellitto
scheda film
]
, Formidabile [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Michel Hazanavicius
scheda film
]
, Spoor [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Agnieszka Holland
intervista: Zofia Wichlacz
scheda film
]
, e A Gentle Creature [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sergei Loznitsa
scheda film
]
, mentre Loveless [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andrey Zvyagintsev
scheda film
]
, Requiem for Mrs J. [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bojan Vuletić
scheda film
]
e On Body and Soul [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ildiko Enyedi
intervista: Ildiko Enyedi
intervista: Réka Tenki
scheda film
]
sono stati proiettati fuori concorso. Tra tutti questi film, il Premio del Pubblico è andato a quello di Ildiko Enyedi, vincitore della Berlinale.

Per la sezione Parallels and Encounters, la giuria critica ha ritenuto di conferire il Premio per il Miglior Film a Quit Staring at My Plate [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hana Jušić
scheda film
]
di Hana Jušić - Miglior Regista a Pola – e una menzione speciale a The Last Family [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dawid Ogrodnik
scheda film
]
del regista polacco Jan P. Matuszyński.

Altri titoli sono vengono da altre sezioni come l’ormai classica New Hungarian Film, Croatia in Focus, Eco Dox, e Young Spirit of Europe, che ha ospitato il francese Le ciel étoilé au-dessus de ma tête [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Ilan Klipper, première internazionale all’ACID di Cannes.

Il Premio onorario Aleksandar Lifka per il miglior contributo al cinema europeo è stato conferito allo sceneggiatore Christopher Hampton, vincitore di un Oscar e di un BAFTA, e al leggendario attore serbo Slavko Štimac.

Il Premio Underground Spirit è andato al regista sperimentale francese Bertrand Mandico per il suo eccezionale lavoro nel campo dei film indipendenti.

Ecco la lista dei vincitori:

Golden Tower
Park [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sofia Exarchou
scheda film
]
- Sofia Exarchou (Grecia/Polonia)

Palić Tower al Miglior Regista
Helene Hegemann - Axolotl Overkill [+leggi anche:
trailer
intervista: Helene Hegemann
scheda film
]
(Germania)

Menzione Speciale
Igor Bezinović - A Brief Excursion [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(Croazia)

Premio del Pubblico

On Body and Soul [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ildiko Enyedi
intervista: Ildiko Enyedi
intervista: Réka Tenki
scheda film
]
- Ildiko Enyedi (Ungheria)

Premio della Critica
Quit Staring at My Plate [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hana Jušić
scheda film
]
- Hana Jušić (Croazia/Danimarca)

Menzione Speciale

The Last Family [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dawid Ogrodnik
scheda film
]
- Jan P. Matuszyński (Polonia)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy