email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Polonia

Il cinema polacco si dà appuntamento a Gdynia

di 

- Diciassette titoli competeranno per i Leoni d'Oro, il premio principale del festival

Il cinema polacco si dà appuntamento a Gdynia
Birds Are Singing in Kigali di Joanna Kos-Krauze e Krzysztof Krauze

La 42a edizione del Festival del cinema polacco (PFF) è iniziata il 18 settembre con la proiezione di Loving Vincent [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dorota Kobiela
scheda film
]
di Dorota Kobiela e Hugh Welchman. Il biopic animato, interamente dipinto a mano, dedicato all'artista Vincent van Gogh, è stato selezionato per il Concorso principale, insieme ad altri 16 film.

Il programma di quest'anno è ancor più diversificato dei precedenti. Otto film sono diretti da esordienti e sette da registe, un numero insolitamente alto per un'industria cinematografica, quella polacca, a dominanza maschile. Otto delle pellicole in concorso avranno a Gdynia la loro prima mondiale, mentre alcune altre hanno già iniziato il loro tour dei festival: Spoor [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Agnieszka Holland
intervista: Zofia Wichlacz
scheda film
]
di Agnieszka Holland e Kasia Adamik ha già vinto l'Orso d'Argento alla Berlinale 2017 e Birds Are Singing in Kigali [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Joanna Kos-Krauze
scheda film
]
di Joanna Kos-Krauze e Krzysztof Krauze è stato a Karlovy Vary e ha riportato il Premio come Migliore attrice, andato a Jowita Budnik e Eliane Umuhire. Beyond Words [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Urszula Antoniak
scheda film
]
di Urszula Antoniak è stato recentemente presentato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival e The Reconciliation [+leggi anche:
trailer
intervista: Maciej Sobieszczański
scheda film
]
di Maciej Sobieszczański ha ricevuto il Premio alla Migliore regia al Montreal Film Festival. Loving Vincent, tra l'altro, ha vinto anche il Premio del pubblico ad Annecy.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tra gli altri titoli del concorso principale figurano Amok [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Kasia Adamik, The Art of Loving [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Maria Sadowska, Be Prepared [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Robert Gliński, Catalina [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Denijal Hasanović, Chain Reaction di Jakub Pączek, The Damned di Konrad Łęcki, The Fastest di Łukasz Palkowski, The Man with the Magic Box [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Bodo Kox, Panic Attack [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pawel Maslona
scheda film
]
di Paweł Maślona, Silent Night [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dawid Ogrodnik
intervista: Piotr Domalewski
scheda film
]
di Piotr Domalewski, Volta di Juliusz Machulski e Tower. A Bright Day [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jagoda Szelc
scheda film
]
di Jagoda Szelc.

Il vincitore dei Leoni d'Oro sarà scelto da una giuria guidata dal noto regista polacco Jerzy Antczak (nominato agli Oscar per Nights and Days)e che conta anche i registi Paweł Pawlikowski (Ida [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pawel Pawlikowski
intervista: Pawel Pawlikowski
scheda film
]
), Andrzej Jakimowski (Imagine [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Once Upon a Time in November [+leggi anche:
trailer
intervista: Andrzej Jakimowski
scheda film
]
), il direttore della fotografia Witold Stok (Gladiatress, Mall Girls [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), l'attrice Agnieszka Grochowska (Strange Heaven [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, In Darkness [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Child 44 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), il compositore, premiato agli Emmy, Włodek Pawlik (Suicide Room [+leggi anche:
trailer
intervista: Jakub Gierszal - Shooting …
intervista: Jan Komasa
scheda film
]
), la montatrice Beata Walentynowska (Le donne e il desiderio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tomasz Wasilewski
scheda film
]
) e la scenografa Anna Wunderlich (Demon [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, The Erlprince [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Kuba Czekaj
scheda film
]
). Il Premio onorario del festival, i Leoni di platino, sarà consegnato al regista Jerzy Gruza.

Le altre sezioni competitive del 42o PFF sono Visions Apart – istituita nel 2014 per promuovere film e filmmaker sperimentali – e il Concorso cortometraggi. Il programma di Gdynia prevede anche proiezioni di classici restaurati in digitale, film stranieri realizzati in collaborazione con cineasti polacchi, una crescente sezione dedicata all'industria e diversi dibattiti. I vincitori saranno annunciati sabato 23 settembre.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.