email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM Regno Unito

Brakes: lasciarsi non è mai facile

di 

- Il film di debutto dell’attrice Mercedes Grower ha ricevuto una Menzione speciale al Festival del cinema di Edimburgo e ora è nelle sale del Regno Unito

Brakes: lasciarsi non è mai facile
Mercedes Grower e Noel Fielding in Brakes

È difficile lasciarsi. Ma può anche essere divertente. Questo è quanto emerge da Brakes [+leggi anche:
trailer
intervista: Mercedes Grower
scheda film
]
, il film capovolto di Mercedes Grower che inizia con la seconda parte, quella dove le coppie si dividono, prima di mostrare la prima parte, più breve, che racconta come queste coppie malfunzionanti si sono messe insieme.

C’è molto da ammirare in questa disordinata e spensierata commedia, che ricorda molto gli sketch show britannici. I fan di The Mighty Boosh apprezzeranno molto le performance di Julian Barratt e Noel Fielding. Buona parte delle scene sono improvvisate così come il lavoro della telecamera, che mette insieme MiniDV, Skype e riprese HD, dando la sensazione di assistere a filmati trovati per caso che permettono di sbirciare nella vita, altrimenti, nascosta, dei protagonisti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

La maggior parte degli episodi presenta due protagonisti: Barratt sta con Oliver Maltamn e i due vengono ripresi mentre discutono di un’avventura di una notte avvenuta su una spiaggia sulla riva meridionale del Tamigi. Roland Gift e Kerry Fox parlano della loro focosa storia d’amore in un appartamento nel quartiere di Marylebone. Julia Davis ha, a sorpresa, un’audizione per un ruolo in MacBeth e Noel Fielding viene mostrato mentre corre nella neve indossando dei pantaloncini corti da calcio di colore verde, Merced Grower è la sua controparte femminile.

Le scene sono instabili proprio come le relazioni dei protagonisti. Questo significa che quando la telecamera si concentra su coppie non particolarmente entusiasmanti, l’interesse dello spettatore cala, ma, fortunatamente, più della metà delle coppie riesce a mantenere viva l’attenzione. Alcuni spettatori potrebbero rimanere contrariati rispetto all’estetica irritante del film, girato con formati digitali differenti. La forma, però, corrisponde perfettamente al contenuto, poco chiaro e imprevedibile proprio come le dinamiche delle coppie.

Mercedes Grower sfrutta il potere di documentare delle telecamere e, in particolare, delle vecchie tecnologie, per dare al film un forte realismo. Realismo che può anche essere trovato nel fatto che il film riesce a entrare nell’emotività più vera, dato che alcune porzioni di dialogo sembrano davvero autentiche, come memorie che cerchiamo di nascondere nei meandri della nostra mente. Molte scene fanno morire di vergogna perché esaminano la natura autodistruttiva di molte relazioni umane. L’autenticità del film non si sposa con lo stile di Working Title e, nello specifico, con il film sdolcinato Love Actually - L’Amore davvero [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, un po’ la sensibile sorella maggiore di Brakes, paragonabile a una ribelle canaglia punk.

Il film è stato completamente autofinanziato fino a quando non ha ricevuto un piccolo sostegno da British Film Institute e ora è distribuito nel Regno Unito da Bulldog Film Distribution.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy