email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Danimarca

Winter Brothers conquista i 34mi Premi Robert

di 

- Con il titolo di Film dell’anno e altri otto Robert, il debutto di Hlynur Pálmason trionfa alla cerimonia dell’Accademia del cinema danese. Ride Upon the Storm domina nelle principali categorie TV

Winter Brothers conquista i 34mi Premi Robert
La squadra di Winter Brothers, con al centro il regista Hlynur Pàlmason (© Jonas Olufson/Scanpix)

La produzione danese-islandese Winter Brothers [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Elliott Crosset Hove
intervista: Hlynur Pálmason
scheda film
]
del regista esordiente islandese di base a Copenhagen Hlynur Pálmason ha conquistato i 34mi Premi Robert (Robertprisen) portando a casa nove statuette, tra cui quelle per il film danese dell’anno e il miglior regista. Nelle categorie delle serie TV, Ride Upon the Storm di DR si è aggiudicata tutti i premi principali. La cerimonia annuale organizzata dall’Accademia del cinema danese, che celebra il cinema e la televisione danesi, è stata condotta da Paprika Steen e si è tenuta al Tivoli Hotel & Centro Congressi di Copenhagen domenica 4 febbraio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Winter Brothers, che raffigura il rapporto tra due fratelli eccentrici, ha già ben viaggiato ed è stato premiato in molti importanti festival cinematografici – tra cui Locarno, CPH: PIX, Salonicco e New Horizons – e ha anche ricevuto i Robert del miglior attore (Elliott Crosset Hove) e della miglior attrice non protagonista (Victoria Carmen Sonne). Altri cinque riconoscimenti sono stati assegnati nelle categorie tecniche, tra cui la miglior fotografia per Maria von Hausswolff e il miglior sound design per Lars Halvorsen. Il film ha registrato solo 8.000 spettatori in Danimarca, e Pálmason ha detto: "Ci vuole tempo per costruire qualcosa; non succede in un giorno, quindi dovremmo costruire lentamente un pubblico interessato a sperimentare qualcosa di nuovo e qualcosa di diverso".

Un anno dopo aver vinto il suo primo Robert come miglior regista per Parents [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Elliott Crosset Hove
scheda film
]
, l’attore-regista Christian Tafdrup è tornato col suo secondo dramma sulle relazioni, A Horrible Woman [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, e ha conquistato due Robert: miglior sceneggiatura originale (insieme a suo fratello, Mads Tafdrup, che ha co-firmato lo script) e miglior attrice protagonista, interpretata da Amanda Collin.

Il film d’animazione in 3D The Incredible Story of the Giant Pear [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, che parteciperà anche alla sezione Generation della Berlinale, è stato premiato come miglior film per bambini e pubblico giovane, e si è aggiudicato anche il Robert della miglior sceneggiatura adattata. Il “Nordic noir” norvegese con protagonista Jakob Oftebro ha lasciato la cerimonia con il Robert del miglior attore secondario per The Man [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Charlotte Sieling
scheda film
]
, diretto da Charlotte Sieling, che ha collezionato molte esperienze nel mondo della televisione. Infine, Last Men in Aleppo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del nominato all’Oscar Feras Fayyad, che segue un'organizzazione di cittadini che salva vite nella città siriana di Aleppo, ha vinto come miglior documentario.

Ride Upon the Storm, un dramma di personaggi che ruota intorno a una famiglia di preti che affonda le sue radici indietro di oltre 250 anni, ha dominato le categorie TV. La serie, trasmessa dall’emittente danese DR e diretta da Kaspar Munk, ha ricevuto il Robert come miglior serie tv, mentre l’attore Lars Mikkelsen e l’attrice Ann Eleonora Jørgensen hanno ricevuto i rispettivi Robert come protagonisti. Un altro dramma familiare, The Legacy, di cui è andata in onda la terza e ultima stagione, commissionata sempre da DR, ha ricevuto i premi per l’attore non protagonista (Mikkel Boe Følsgaard) e l’attrice non protagonista (Lene Maria Christensen).

La lista completa dei vincitori dei Premi Robert danesi 2018:

Miglior film
Winter Brothers [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Elliott Crosset Hove
intervista: Hlynur Pálmason
scheda film
]
 – Hlynur Pálmason (Danimarca/Islanda)

Miglior film per bambini e pubblico giovane
The Incredible Story of the Giant Pear [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
– Philip Einstein Lipski, Amalie Næsby Fick, Jørgen Lerdam

Miglior regista
Hlynur Pálmason – Winter Brothers 

Miglior sceneggiatura originale
Christian Tafdrup, Mads Tafdrup – A Horrible Woman [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]

Miglior sceneggiatura adattata
Philip Einstein Lipski, Amalie Næsby Fick, Bo Mr Hansen – The Incredible Story of the Giant Pear

Miglior attrice
Amanda Collin – A Horrible Woman

Miglior attore
Elliott Crosset Hove – Winter Brothers

Miglior attrice non protagonista
Victoria Carmen Sonne – Winter Brothers

Miglior attore non protagonista
Jakob Oftebro – The Man [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Charlotte Sieling
scheda film
]
(Danimarca/Norvegia/Repubblica Ceca)

Miglior scenografia
Gustav Pontoppidan – Winter Brothers

Miglior fotografia
Maria von Hausswolff – Winter Brothers

Migliori costumi
Nina Grønlund – Winter Brothers

Miglior make-up
Katrine Tersgov – Winter Brothers

Miglior montaggio
Kasper Leick – Darkland [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]

Miglior sound design
Lars Halvorsen – Winter Brothers

Miglior colonna sonora
Jens Ole Wowk McCoy – Darkland

Miglior canzone originale
I Do Not Know How to Get in Your Heart” – Rumle Sieling Langdal Jensen (The Man)

Migliori effetti visivi
Martin Madsen – Man Divided [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Danimarca/Svezia/Finlandia)

Miglior documentario
Last Men in Aleppo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 – Feras Fayyad (Danimarca/Siria)

Miglior film USA
Manchester by the Sea – Kenneth Lonergan

Miglior film non USA
The Square [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ruben Östlund
scheda film
]
– Ruben Östlund (Svezia/Germania/Francia/Danimarca/USA)

Miglior cortometraggio: Finzione/Animazione
Silent Nights – Aske Bang

Miglior cortometraggio: Documentario
Weltschmerz – Jesper Dalgaard

Miglior mini-serie TV
Tinka’s Christmas Adventure – Mogens Hagedorn

Miglior serie TV
Ride Upon the Storm – Kaspar Munk

Miglior attore in una serie TV
Lars Mikkelsen – Ride Upon the Storm

Miglior attrice in una serie TV
Ann Eleonora Jørgensen – Ride Upon the Storm

Miglior attore non protagonista in una serie TV
Mikkel Boe Følsgaard – The Legacy, Season 3

Miglior attrice non protagonista in una serie TV
Lene Maria Christensen – The Legacy, Season 3

Robert d’onore
Tivi Magnusson (produttore)

Premio IB
Katja Adomeit (produttore)

Premio del pubblico Blockbuster
Three Heists and a Hamster [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 – Rasmus Heide (Danimarca/Croazia)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy