email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VILNIUS 2018

Il Festival di Vilnius celebra i maestri

di 

- Durante la sua 23a edizione, il più grande festival cinematografico di Lituania presenterà una serie di film acclamati dalla critica e accoglierà registi come Sean Baker e Amos Gitai

Il Festival di Vilnius celebra i maestri
West of the Jordan River di Amos Gitai

L’edizione di quest’anno del Festival del cinema di Vilnius, che si terrà dal 15 al 29 marzo e che visiterà 11 città, offre ai suoi partecipanti un’occasione unica per incontrare numerosi registi come Amos Gitai, che mostrerà anche il suo recente documentario West of the Jordan River [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, la rapper svedese e attivista per i diritti umani Silvana Imam, il duo Dorota Kobiela e Hugh Welchman del candidato all’Oscar Loving Vincent [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dorota Kobiela
scheda film
]
, e Sean Baker, da poco catapultato sulla ribalta grazie al suo premiato dramma The Florida Project. Baker verrà a Vilnius accompagnato dalla sua star, l’attrice esordiente lituana Bria Vinaite, che è stata poi presa nel cast del prossimo film di Harmony Korine.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Oltre alla retrospettiva dell’innovativo regista francese Jean Vigo, morto di tubercolosi a 29 anni, e classici lituani che si focalizzano sul tema dell’infanzia, tra i film selezionati figurano Chiamami col tuo nome [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Luca Guadagnino
scheda film
]
di Luca Guadagnino, il recente vincitore dell’Orso d’argento Mug [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Małgorzata Szumowska
scheda film
]
di Małgorzata Szumowska, il popolare dramma tennistico La battaglia dei sessi e il dramma del divorzio Jusqu'à la garde [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Xavier Legrand
scheda film
]
di Xavier Legrand, che è stato scelto come film d'apertura e verrà mostrato insieme al cortometraggio a tema simile del regista, Just Before Losing Everything. Non sarà questa l'unica proiezione di cortometraggi, che sono stati aggiunti al programma solo quest'anno. Da notare che la line-up include anche 12 film lituani, tra cui The Ancient Woods [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, un documentario di Mindaugas Survila, che ha richiesto dieci anni per essere completato e chiuderà l'evento.

Per la prima volta, il festival accoglierà anche una giuria FIPRESCI, che premierà un film della regione baltica. Inoltre, gli organizzatori hanno deciso di istituire il Concorso dei debutti europei. "C'è stato un tempo in cui dovevamo sostenere il nuovo cinema europeo proveniente dai paesi post-sovietici. Ora invece, questi film reggono il confronto con il cinema dell'Europa occidentale. Ecco perché abbiamo fatto dei registi esordienti europei la nostra priorità", ha sottolineato la programmatrice senior Santa Lingevičiūtė. Sempre per la prima volta, sarà consegnato in questa sezione il Premio Cineuropa.

Algirdas Ramaška, direttore esecutivo del festival, ospiterà i partecipanti al corso Developing Your Film Festival dell’Independent Cinema Office. L’attività, in parte finanziata da Europa Creativa, si terrà dal 20 al 25 marzo, seguita dalla nona edizione dell’evento industry Meeting Point - Vilnius. Organizzato con il Lithuanian Film Center, il Lithuanian Council for Culture, Europa Creativa Media Desk Lituania, l’Audiovisual Authors Producers Rights Association (AVAKA), il Danish Cultural Institute, Baltic View, Noir Lumiere e Vilnius Film Cluster, servirà da piattaforma per numerosi nuovi progetti in sviluppo. Ospitando dibattiti con il direttore creativo e fondatore di Have Communications Cristian Have, la fondatrice e direttrice della società di consulenza Rights Stuff Wendy Bernfeld, la fondatrice di Ideal Filmworks Linda Beath, l’agente di vendita di Film Republic Xavier Henry-Rashid e la stratega di festival Kathleen McInnis, Meeting Point - Vilnius si focalizzerà anche sui nuovi modi di distribuire e creare strategie di mercato per il cinema indipendente.

Per la prima volta, infine, al festival verrà consegnato il Premio Cineuropa, nell'ambito della Competizione debutti europei.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy