email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VILNIUS 2018 Premi

Winter Brothers miglior debutto europeo al Vilnius Film Festival Kino Pavasaris

di 

- Ravens di Jens Assur vince il Premio Cineuropa e Bertrand Mandico il premio del miglior regista per Les Garçons sauvages, sottolineando l'attenzione del festival lituano per i debutti

Winter Brothers miglior debutto europeo al Vilnius Film Festival Kino Pavasaris
Il team del Vilnius Film Festival Kino Pavasaris sul palco durante la cerimonia di premiazione

Il Vilnius Film Festival Kino Pavasaris ha chiuso la sua 23a edizione, ampliata e ricca di debutti, premiando Winter Brothers [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Elliott Crosset Hove
intervista: Hlynur Pálmason
scheda film
]
di Hlynur Pálmason come miglior film della nuova Competizione debutti europei. La cerimonia di premiazione si è tenuta venerdì 30 marzo al Forum Cinemas Vingis, è stata condotta dal direttore generale del festival, Algirdas Ramaška, e Richardas Jonaitis, ed è stata trasmessa in diretta su LRT Culture.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
LIM Internal

La giuria della Competizione debutti europei, che combina i precedenti programmi New Europe - New Names e Baltic Gaze, comprendeva la stratega di festival Kathleen McInnis, l'attore iraniano Homayoun Ershadi, il direttore del programma del Jerusalem Film Festival Elad Samorzik, il produttore lituano Dagnė Vildžiūnaitė e il regista lituano Audrius Stonys. Hanno dichiarato: "Winter Brothers proclama una nuova voce nel cinema d'autore". Il protagonista danese Elliott Crosset Hove ha anche ricevuto il premio come miglior attore per il ruolo di Emil, uno dei due fratelli del pluripremiato dramma romantico.

Per la prima volta al Vilnius Film Festival è stato assegnato il Premio Cineuropa, e la giuria lo ha conferito al dramma di Jens Assur sugli eterni conflitti generazionali, Ravens [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jens Assur
scheda film
]
, in quanto è "un film sottile, silenzioso ma elegante che potrebbe perdersi nel rumore di film più forti e mainstream". Il premio per il miglior regista è stato consegnato al cineasta francese Bertrand Mandico per il suo tagliente dramma di genere Les Garçons sauvages [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bertrand Mandico
scheda film
]
. Infine, per il suo debutto come protagonista nel dramma di formazione di Kantemir Balagov, Closeness [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, l'attrice russa Darya Zhovnar ha ricevuto il premio come miglior attrice.

Un’altra novità del Vilnius Film Festival è stata l'assegnazione di un premio FIPRESCI: i membri della giuria lo hanno attribuito al dramma sulla Seconda guerra mondiale di Robert Schwentke The Captain [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Robert Schwentke
scheda film
]
. Per la prima volta, un film d'animazione ha anche avuto i favori del pubblico, poiché Loving Vincent [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dorota Kobiela
scheda film
]
di Dorota Kobiela e Hugh Welchman ha ricevuto il premio del pubblico al miglior lungometraggio, mentre il documentario celebrativo di Edita Kabaraitė sul centenario dell'indipendenza della Lituania, 100 Years Together, ha conquistato il premio del pubblico al miglior lungometraggio lituano. Il pubblico ha inoltre scelto i destinatari dei premi ai migliori interpreti lituani, consegnandoli a Eglė Mikulionytė per Miracle [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Eglė Vertelytė
scheda film
]
e Valentinas Novopolskis per il cortometraggio studentesco Snake. L'altro vincitore lituano della serata è stato Laurynas Bareiša, che ha ricevuto il premio al miglior cortometraggio per il suo By the Pool.

Da notare che il 23° Vilnius Film Festival Kino Pavasaris non si è limitato alla capitale, in quanto le proiezioni sono state ospitate per la prima volta in 11 città lituane, totalizzando oltre 115.000 spettatori a livello nazionale dal 15 al 29 marzo. Inoltre, alcuni dei film più popolari dei 168 selezionati saranno proiettati a Vilnius e Kaunas fino al 12 aprile.

La lista completa dei vincitori del 23° Vilnius Film Festival Kino Pavasaris:

Competizione debutti europei

Miglior film
Winter Brothers [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Elliott Crosset Hove
intervista: Hlynur Pálmason
scheda film
]
- Hlynur Pálmason (Danimarca/Islanda)

Miglior regista
Bertrand Mandico - Les Garçons sauvages [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bertrand Mandico
scheda film
]
(Francia)

Miglior attrice
Darya Zhovner - Closeness [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 (Russia)

Miglior attore
Elliott Crosset Hove - Winter Brothers

Premio Cineuropa
Ravens [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jens Assur
scheda film
]
 - Jens Assur (Svezia)

Premio FIPRESCI
The Captain [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Robert Schwentke
scheda film
]
 - Robert Schwentke (Germania/Francia/Polonia/Portogallo)

Premi del pubblico

Miglior lungometraggio
Loving Vincent [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dorota Kobiela
scheda film
]
- Dorota Kobiela e Hugh Welchman (Polaonia/Regno Unito)

Miglior lungometraggio lituano
100 Years Together - Edita Kabaraitė (Lituania)

Miglior attrice
Eglė Mikulionytė - Miracle [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Eglė Vertelytė
scheda film
]
 (Lituania/Bulgaria/Polonia/Regno Unito/Francia)

Miglior attore
Valentinas Novopolskis - Snake (Lituania)

Miglior cortometraggio
Mother - Rodrigo Sorogoyen (Spagna)

Competizione cortometraggi

Miglior cortometraggio
By the Pool - Laurynas Bareiša (Lituania)
Menzione speciale
Little Hands - Rémi Allier (Belgio/Francia)

Premi film studenteschi

Miglior film studentesco
Mono No Aware - Emilija Juzeliūnaitė (Lituania)

Perspective Student Director
Titas Laucius - Snake
Menzione speciale
Vytis - Jevgenij Tichonov (Lituania)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.