email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Italia

Gianni Zanasi torna alla Quinzaine di Cannes con Troppa grazia

di 

- Il nuovo film del regista di La felicità è un sistema complesso è, secondo il delegato generale della sezione Edouard Waintrop, "una commedia davvero folle"

Gianni Zanasi torna alla Quinzaine di Cannes con Troppa grazia
Alba Rohrwacher in Troppa grazia

Gianni Zanasi fa il suo ritorno alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes, 23 anni dopo il suo debutto con Nella mischia, con "una commedia davvero folle". A definirla così è il delegato generale della sezione Edouard Waintrop, che ha scelto il nuovo film del regista di Non pensarci [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e La felicità è un sistema complesso [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Gianni Zanasi
intervista: Valerio Mastandrea
scheda film
]
come film di chiusura della Quinzaine di quest’anno.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Prodotto da Rita Rognoni (Pupkin) e Beppe Caschetto (IBC Movie) con Rai Cinema, Troppa grazia [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
ha come protagonista Alba Rohrwacher, affiancata da Elio Germano, Giuseppe Battiston, Hadas Yaron, Carlotta Natoli, Thomas Trabacchi. Scritto da Zanasi con Giacomo Ciarrapico (sceneggiatore e regista di Eccomi qua e Boris - Il film [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Michele Pellegrini (Il venditore di medicine [+leggi anche:
trailer
intervista: Antonio Morabito
scheda film
]
) e Federica Pontremoli (Habemus Papam [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nanni Moretti
intervista: Nanni Moretti
scheda film
]
), il film è stato quasi interamente girato a Viterbo e nella Tuscia, per otto settimane.

"È una grande emozione per me tornare alla Quinzaine des Réalisateurs dove fu presentato il mio film di esordio. E sono felice di poter portare a Cannes un gruppo di attori così bravi", ha commentato Zanasi, che nel 2007 era stato a Venezia con Non pensarci, da cui è stata tratta anche una serie tv.

Troppa grazia racconta la storia di Lucia (Alba Rohrwacher), una geometra di 36 anni che vive da sola con sua figlia. Mentre si arrangia tra difficoltà economiche e relazioni personali sempre poco chiare, il Comune la incarica di un controllo su un terreno dove deve sorgere una grande opera architettonica aspettata da tutti. Durante i controlli Lucia si accorge che le mappe del Comune sono sbagliate e piene di manipolazioni per coprire probabili rischi geologici. Lucia, spaventata dall'idea di poter perdere il suo incarico, decide di non dire nulla e non creare problemi. Il giorno dopo, ripreso il lavoro sul terreno, viene interrotta da quella che le sembra una giovane "profuga". Lucia le offre 5 euro e riprende a lavorare. Ma la sera, mentre cucina in casa sua, la rivede improvvisamente lì davanti a lei. La "profuga" la fissa e le dice: "Vai dagli uomini e dì loro di costruire una chiesa là dove ti sono apparsa...".

Troppa grazia sarà distribuito in Italia da Bim.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy