email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Italia / Bulgaria

Al via il 28 giugno l’11a Festa del cinema bulgaro

di 

- Victor Bojinov, Zornitsa Sophia Popgantcheva e Stephan Komandarev sono tra gli ospiti della rassegna che si terrà fino al 1° luglio alla Casa del Cinema di Roma

Al via il 28 giugno l’11a Festa del cinema bulgaro
Heights/The Liberators di Victor Bojinov

Dal 28 giugno al 1° luglio, alla Casa del Cinema di Roma si torna a parlare bulgaro. Torna infatti nella capitale la Festa del cinema bulgaro, giunta alla sua 11a edizione, il cui filo rosso è quest’anno l’ispirazione alla grande letteratura e il tema della libertà.

Otto i titoli in programma: in apertura, alla presenza del regista Victor Bojinov e della giovane star Alexander Alexiev, verrà proiettato Heights/The Liberators [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Tratto dal romanzo omonimo di Milen Ruskov (Premio europeo per la letteratura nel 2014), il film è ambientato nel periodo in cui la Bulgaria si liberò dal dominio ottomano (1877). Il protagonista è Gicho, un giovane che lotta con un gruppo rivoluzionario per coronare il sogno di vedere finalmente libero il proprio Paese. Dopo aver dato prova di coraggio in battaglia, Gicho viene scelto per portare avanti una missione speciale dal capo del gruppo, un episodio che spiana la strada a una serie di grandi avventure. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Si parla sempre di Risorgimento bulgaro, ma attraverso lo sguardo femminile, in Voevoda [+leggi anche:
trailer
intervista: Zornitsa Sophia Popgantcheva
scheda film
]
di Zornitsa Sophia Popgantcheva. Tratto da un racconto di Nikolay Haitov, il film è ambientato nel XIX secolo e racconta di Rumena, una madre costretta ad abbandonare suo figlio e la sua casa e a sopravvivere in un mondo brutale dominato interamente da uomini assumendo il comando di un gruppo di ribelli che combatte nelle terre della Bulgaria conquistate dagli ottomani. 

Tratto da sei brevi racconti del noto scrittore bulgaro Georghi Gospodinov, il film collettivo 8 minuti e 19 secondi [+leggi anche:
trailer
intervista: Antoaneta Bachurova, Vladi…
scheda film
]
è firmato da alcuni dei più celebri giovani registi della Bulgaria, tra i quali Petar Valchanov (The Lesson - Scuola di vita [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Kristina Grozeva, Petar Va…
intervista: Margita Gosheva
scheda film
]
, Glory - Non c'è tempo per gli onesti [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Petar Valchanov
intervista: Petar Valchanov, Kristina …
scheda film
]
) e Theodor Ushev, di cui verrà proiettato anche il corto d’animazione The Blind Vaysha (candidato agli Oscar 2017), sempre tratto da un racconto di Gospodinov.

Il resto del programma include Knockout di Niki Iliev, insolita storia d’amore tra un uomo e una donna psicologicamente instabili; L’onnipresente [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ilian Djevelekov, dove un appartamento aristocratico nel centro di Sofia viene disseminato di telecamere nascoste; e la commedia romantica-musical Attrazione [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Martin Makariev. A chiudere il festival sarà Directions [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Stephan Komandarev
scheda film
]
di Stephan Komandarev (in concorso al Certain Regard di Cannes 2017), road movie ambientato nella distopica Bulgaria degli anni Duemila.

La Festa del cinema bulgaro è organizzata dall’Istituto bulgaro di cultura a Roma, grazie al sostegno del ministero della Cultura della Repubblica Bulgara e del Centro nazionale di cinematografia bulgaro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy