email print share on facebook share on twitter share on google+

TORONTO 2018 Contemporary World Cinema

Recensione: Stupid Young Heart

di 

- TORONTO 2018: La finlandese Selma Vilhunen offre un teenage drama ben congegnato che affronta sia l'aspetto sociale della gravidanza adolescenziale che l'ascesa dell'estrema destra in Europa

Recensione: Stupid Young Heart
Jere Ristseppä e Rosa Honkonen in Stupid Young Heart

Selma Vilhunen, regista e sceneggiatrice di Helsinki, ha costruito la sua carriera sia nella fiction che nel documentario. Nel 2012, il suo cortometraggio Do I Have to Take Care of Everything? è stato nominato per gli Academy Awards. Quattro anni dopo, il suo film d'esordio di formazione, Little Wing [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, ha debuttato nella sezione Discovery di Toronto e ha vinto il Nordic Council Film Prize. Vilhunen torna al 43° Festival di Toronto con il suo secondo film, Stupid Young Heart [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, presentato in prima mondiale nella sezione Contemporary World Cinema.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il quindicenne Lenni (Jere Ristseppä) ha una cotta segreta per Kiira, 16 anni (Rosa Honkonen), ma sono persone molto diverse. Lenni è vittima di bullismo a causa della sua bassa statura e della sua magrezza, mentre Kiira è bellissima ed estremamente popolare. Hanno un’inaspettata avventura di una notte, e pur non essendo in nessuna relazione "ufficiale", Kiira annuncia che è incinta. Dopo un breve periodo di consultazioni, entrambi concordano nel tenere il bambino che aspettano. Dopo essere stati cresciuti dalle rispettive madri single, sentono che questo potrebbe anche servire da lezione alle loro famiglie, che stanno cadendo a pezzi. Allo stesso tempo, il loro quartiere multiculturale e operaio sta subendo un grande cambiamento, poiché l'ascesa dell'estrema destra sembra inarrestabile. Mentre Kiira matura e diventa più responsabile grazie alla sua gravidanza, Lenni trova rifugio e una figura paterna sostitutiva in Janne (Ville Haapasalo), il leader del partito di estrema destra locale.

Stupid Young Heart rimane piuttosto fedele al suo titolo, e illustra l'affascinante stupidità che un cuore adolescente trasuda quando è innamorato. Seguendo questi adolescenti che entrano nell'età adulta nell'arco di una notte, la brusca fine della loro infanzia appare drammatica ma non manca di aspetti divertenti. La sottile sintonia tra gli esordienti protagonisti non professionisti, Ristseppä e Honkonen, incarna perfettamente la loro sensibilità, goffaggine ed esitazione. Lenni e Kiira hanno una connessione molto più forte di quello che sembra in superficie, e questo legame è necessario se vogliono sopravvivere in un mondo in continuo cambiamento che richiede adattamento. Parte di questo adattamento, o maturazione, si ritrova nel coinvolgimento di Lenni nel gruppo di destra, un altro chiaro sintomo dell'assenza di un modello di ruolo paterno per lui.

Dopo la loro nomination all'Oscar, Vilhunen, che trattava dell'assenza di un padre anche in Little Wing, ha di nuovo collaborato con la sceneggiatrice Kirsikka Saari, che mira a offrire una prospettiva sociale più ampia alla storia. Ma diventando più sociopolitico e commentando direttamente l'ascesa dell'estrema destra, specialmente nei paesi nordici, il film perde equilibrio. In teoria, spunta tutte le giuste caselle dell’attualità, ma la storia non ha sufficiente respiro e sembra leggermente superficiale. Le azioni di Lenni sono in parte giustificate dal suo background, ma non c'è alcun ulteriore sviluppo o profondità nel suo personaggio, facendolo sembrare più schematico che realistico. In termini di soggetto, la combinazione tra gravidanza adolescenziale ed estremismo di estrema destra è spigolosa, ma alla fine è piuttosto convenzionale e non coglie l'opportunità di esplorare gli argomenti a portata di mano in modo più approfondito.

Nonostante le sue carenze narrative, Stupid Young Heart è un dramma adolescenziale ben congegnato, vividamente fotografato dall’esperta DoP Lisabi Fridel. Da un punto di vista critico meno austero e visto più come un'osservazione leggera degli eventi in corso, può attirare un pubblico più ampio e giovane.

Stupid Young Heart è una coproduzione finnico-svedese-olandese di Elli Toivoniemi e Venla Hellstedt (di Tuffi Films, co-fondata da Vilhunen e Saari), con Annemiek van der Hell (Windmill Film) e Nima Yousefi (Hob AB). L’agenzia finlandese The Yellow Affair gestisce le vendite internazionali, e Nordisk Film distribuirà il film in Finlandia il 12 ottobre.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.