email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

NAMUR 2018

Recensione: Pour vivre heureux

di 

- I belgi Dimitri Linder e Salima Glamine realizzano un dramma familiare e d'amore sullo sfondo delle pressioni di una comunità

Con il loro primo lungometraggio Pour vivre heureux [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, presentato in anteprima mondiale al Festival Internazionale del Film Francofono di Namur (FIFF), i belgi Dimitri Linder e Salima Glamine realizzano un dramma familiare e d’amore sullo sfondo delle pressioni di una comunità, che si concentra sia sugli amanti "maledetti" che sulle vittime collaterali del loro amore impossibile.

Mashir proviene da una famiglia pachistana molto tradizionale. È innamorato pazzo di Amel, una ragazza di origine algerina e amica di sua sorella. I suoi genitori non accetterebbero questa relazione, quindi perché parlarne con loro? Tanto vale vivere pienamente questo amore in segreto. Ma quando la sua giovane e graziosa cugina si trasferisce a poche strade di distanza dalla sua casa, l'opportunità è troppo buona per la sua famiglia. Perché cercare una moglie dall'altra parte del mondo se si può, attraverso un'unione così naturale, rispettare la tradizione e risolvere qualche piccolo conflitto familiare?

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Senza rompere gli equilibri di chi li circonda, i due innamorati cercheranno quindi di salvare la loro relazione. Ma è pretendere troppo da un giovane uomo alle prese con le aspettative materne e l'autorità patriarcale di suo padre e di suo zio, e da una ragazza di 17 anni che si sente intrappolata e assalita da una violenta sensazione di ingiustizia e di gelosia. Soprattutto perché non sono i soli a pagare le conseguenze del loro amore, e tutto il loro entourage, o quasi, si ritrova presto a subire le ripercussioni di questa unione impossibile.

È in parte in questa ambivalenza che riposa l'intensità di Pour vivre heureux, quando il confine tra carnefici e vittime diventa confuso, quando l'amore semina l'irrazionalità, quando gli amici e i confidenti si ritrovano con interessi contrastanti. Come scegliere quando hai 17 anni, tra amore e lealtà, futuro e amicizia?

Sofia Lesaffre, vista in Le Ciel attendra [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Seuls [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, impersona con una bella energia la volontà e i tormenti di Amel. Al suo fianco, l’esordiente Zeerak Christopher incarna con finezza e convinzione le esitazioni di Mashir. Il resto del cast, guidato da Pascal Elbé (Brillantissime [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Le Coeur en braille [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, la serie tv Baron Noir) nel ruolo del padre di Amel, è in perfetta sintonia.

Pour vivre heureux è prodotto da Tarantula Belgique e coprodotto da Tarantula Luxembourg. O’Brother Distribution lancerà il film il 5 dicembre prossimo in Belgio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy