email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

NAMUR 2018

Recensione: Pour vivre heureux

di 

- I belgi Dimitri Linder e Salima Glamine realizzano un dramma familiare e d'amore sullo sfondo delle pressioni di una comunità

Recensione: Pour vivre heureux
Sofia Lesaffre e Zeerak Christopher in Pour vivre heureux

Con il loro primo lungometraggio Pour vivre heureux [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, presentato in anteprima mondiale al Festival Internazionale del Film Francofono di Namur (FIFF), i belgi Dimitri Linder e Salima Glamine realizzano un dramma familiare e d’amore sullo sfondo delle pressioni di una comunità, che si concentra sia sugli amanti "maledetti" che sulle vittime collaterali del loro amore impossibile.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Mashir proviene da una famiglia pachistana molto tradizionale. È innamorato pazzo di Amel, una ragazza di origine algerina e amica di sua sorella. I suoi genitori non accetterebbero questa relazione, quindi perché parlarne con loro? Tanto vale vivere pienamente questo amore in segreto. Ma quando la sua giovane e graziosa cugina si trasferisce a poche strade di distanza dalla sua casa, l'opportunità è troppo buona per la sua famiglia. Perché cercare una moglie dall'altra parte del mondo se si può, attraverso un'unione così naturale, rispettare la tradizione e risolvere qualche piccolo conflitto familiare?

Senza rompere gli equilibri di chi li circonda, i due innamorati cercheranno quindi di salvare la loro relazione. Ma è pretendere troppo da un giovane uomo alle prese con le aspettative materne e l'autorità patriarcale di suo padre e di suo zio, e da una ragazza di 17 anni che si sente intrappolata e assalita da una violenta sensazione di ingiustizia e di gelosia. Soprattutto perché non sono i soli a pagare le conseguenze del loro amore, e tutto il loro entourage, o quasi, si ritrova presto a subire le ripercussioni di questa unione impossibile.

È in parte in questa ambivalenza che riposa l'intensità di Pour vivre heureux, quando il confine tra carnefici e vittime diventa confuso, quando l'amore semina l'irrazionalità, quando gli amici e i confidenti si ritrovano con interessi contrastanti. Come scegliere quando hai 17 anni, tra amore e lealtà, futuro e amicizia?

Sofia Lesaffre, vista in Le Ciel attendra [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Seuls [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, impersona con una bella energia la volontà e i tormenti di Amel. Al suo fianco, l’esordiente Zeerak Christopher incarna con finezza e convinzione le esitazioni di Mashir. Il resto del cast, guidato da Pascal Elbé (Brillantissime [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Le Coeur en braille [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, la serie tv Baron Noir) nel ruolo del padre di Amel, è in perfetta sintonia.

Pour vivre heureux è prodotto da Tarantula Belgique e coprodotto da Tarantula Luxembourg. O’Brother Distribution lancerà il film il 5 dicembre prossimo in Belgio.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.