email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VARSAVIA 2018

Recensione: Clergy

di 

- Il nuovo film di Wojciech Smarzowski ha battuto il record al botteghino polacco con il suo sguardo critico su una delle istituzioni più influenti del paese

Recensione: Clergy
Arkadiusz Jakubik in Clergy

Ancor prima di essere presentato in prima internazionale insieme ad altri film polacchi recenti ai Warsaw Screenings dei Warsaw Industry Days durante la 34ma edizione del Festival di Varsavia, Clergy [+leggi anche:
trailer
intervista: Wojciech Smarzowski
scheda film
]
, aveva battuto il record di incassi polacchi all'inizio di ottobre, con 935.000 ingressi durante il suo weekend di apertura e oltre tre milioni di biglietti venduti prima di metà ottobre.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il regista Wojciech Smarzowski (The Mighty Angel [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Traffic Department [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Wojtek Smarzowski
scheda film
]
) ha scritto la sceneggiatura insieme a Wojciech Rzehak, dando vita a quella che sembra essere una protesta unanime al ruolo storicamente influente e al tempo stesso sempre più indiscusso della Chiesa cattolica nel paese. Tre sacerdoti e un arcivescovo sono il fulcro della storia, e diversi "peccati", secondo gli insegnamenti cattolici, sono esplorati attraverso ciascuno di essi.

Il prete Andrzej Kukuła (interpretato da Arkadiusz Jakubik), nonostante sembri il più devoto di tutti, diventa un reietto quando viene accusato di molestare sessualmente un ragazzo nella sua parrocchia. L'alcolizzato Tadeusz Trybus (Robert Wieckiewicz), un parroco di paese che lavora in una comunità povera, è coinvolto in una relazione segreta con Hanka Tomala, interpretata da Joanna Kulig (Cold War [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Pawel Pawlikowski
scheda film
]
, Ida [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pawel Pawlikowski
intervista: Pawel Pawlikowski
scheda film
]
), e le suggerisce persino di abortire dopo che lei scopre di essere incinta. Infine, Leszek Lisowski (Jacek Braciak) ha in progetto di essere promosso a una posizione in Vaticano, e non considera alcun mezzo – inclusa la corruzione e il ricatto – off limits per ottenerlo.

Clergy avrebbe potuto facilmente essere un film inferiore di quello che è in realtà. In un momento in cui le convinzioni e gli atteggiamenti politici si stanno radicalizzando ai due estremi dello spettro politico, sembra più naturale che mai demonizzare l'altra parte e sostenere la propria, senza lasciare spazio a prospettive diverse o comprendere le ragioni alla base degli attuali sviluppi nella politica e nella società. In paesi come la Polonia, dove negli ultimi anni l'estrema destra e le sue manifestazioni di nazionalismo, razzismo, sessismo e omofobia hanno preso slancio, con il Paese che scivola sempre più verso un regime autoritario, è forse ancora più facile combattere contro singoli politici e istituzioni, senza tener conto del quadro più ampio del sistema disfunzionale globale.

Clergy non fa tali errori. Mentre le azioni dei sacerdoti sono mostrate in netto contrasto con gli insegnamenti della Chiesa a cui appartengono, alla fine, Clergy ammette che loro non sono altro che individui e in quanto tali non possono essere ritenuti responsabili per tutto ciò che c’è di sbagliato nella società polacca. Inoltre, nonostante esplori implacabilmente i difetti insiti nell'autoritarismo, nella discriminazione, nello sfruttamento e nell'ipocrisia di un'istituzione, il film non si accontenta solo di cercare le responsabilità. In definitiva, la colpa è anche della società nel suo complesso, con la sua volontà di accettare ciecamente un trattamento ingiusto quando si tratta degli altri, la sua apatia nei confronti di chi prende le decisioni e la sua rettitudine davanti alla paura dell'ignoto. Smarzowski ha esplorato tali incongruenze nella società polacca prima, in film come Hatred [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Rose [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
. Ma con Clergy, sembra che finalmente sia riuscito a farsi ascoltare dalla gente.

Clergy è prodotto dalle strutture polacche Profil FilmShowmaxModerator InwestycjeAtlas SztukiTovaresStudio MetrageKino Świat. La distribuzione locale è curata da Kino Świat.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.