email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA Francia / Italia

13 film italiani in corso di lavorazione in vetrina a Parigi

di 

- Tra i titoli presentati il 6 dicembre, i nuovi di Gabriele Mainetti e Sergio Rubini. In programma anche 19 progetti per il mercato della coproduzione

13 film italiani in corso di lavorazione in vetrina a Parigi
Il regista Gabriele Mainetti, il cui work-in-progress Freaks Out è stato selezionato

In avvio dell’11ma edizione degli Incontri del cinema italiano "De Rome à Paris" (leggi la news), due giornate professionali si terranno il 6 e 7 dicembre a Parigi. In programma figura in particolare una ricca sessione di Work In Progress, riservata ai compratori, con 13 lungometraggi in produzione e post-produzione.

Tra questi spicca Freaks Out di Gabriele Mainetti (leggi l’articolo), secondo lungometraggio del pluripremiato regista di Lo chiamavano Jeeg Robot [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Gabriele Mainetti
scheda film
]
, le cui vendite sono curate da Rai Com, che mostrerà anche alcune immagini del documentario Baikonur [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Andrea Sorini.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Sarà presente anche Fandango che vende e presenterà cinque titoli di questo Work In Progress: Il grande spirito [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sergio Rubini (lungometraggio in post-produzione su un ladro che ha fatto sparire il bottino e si nasconde dai suoi complici con l'aiuto di uno strano individuo), Bangla di Phaym Bhuiyan (opera prima di un cineasta di famiglia bengalese ma residente a Roma), il documentario Bellissime [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Elisa Amoruso, e le commedie Il regno di Francesco Fanuele (in produzione) e La prima pietra [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Rolando Ravello (dal 6 dicembre nelle sale italiane).

Il Work In Progress permetterà anche a True Colours di vendere Il campione [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Leonardo D’Agostini
scheda film
]
di Leonardo D’Agostini (in post-produzione) centrato su una giovane stella del calcio, indisciplinato, ricco e viziato, a cui viene affiancato un’insegnante di sostegno. In line-up figura inoltre Un’avventura [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Marco Danieli, un dramma sentimentale in post-produzione che si immerge negli anni ’70 e la cui trama offre l’occasione per rivisitare i più grandi successi musicali di Battisti e Mogol.

Minerva Pictures Group presenterà invece le immagini di A tor bella monaca non piove mai (titolo provvisorio: Erre 11) di Marco Bocci, un film in produzione incentrato su un giovane di un quartiere difficile di Roma che ha sempre cercato di seguire le regole in attesa di una buona opportunità e di un vero lavoro, ma che si ritrova coinvolto in un torbido affare quando i suoi amici decidono di derubare la mafia cinese. Un secondo titolo venduto da Minerva è in programma: la commedia in post-produzione Il ladro di cardellini di Carlo Luglio.

Il Work In Progress proporrà poi il film storico in post-produzione Il destino degli uomini di Leonardo Tiberi. che si immerge nel cuore della Prima guerra mondiale (venduto da Istituto Luce Cinecittà), e il dramma Il vegetariano di Roberto San Pietro (in post-produzione) centrato sul caso di coscienza di un figlio bramino che vive in Italia (venduto da Intramovies).

Da notare anche la presenza tra i venditori internazionali di Celluloid Dreams e TVCO.

Il programma di questi incontri professionali parigini include inoltre un mercato di coproduzione di 19 titoli. Undici progetti di iniziativa italiana sono in vetrina, alcuni dei quali pilotati da Lucky Red (Le figlie di Coro di Lucrezia Le Moli Munck), Dugong Films (Con un piede impigliato nella storia di Anna Negri), Notorious Pictures (il thriller The Shift di Alessandro Tonda), Minerva Pictures Group (Bastardi a mano armata di Gabriele Albanesi) e Lumière & Co (In buona compagnia di Cristina Comencini). Tra i progetti di iniziativa francese, sono da menzionare Macaroni di Eléonor Faucher e il titolo d’animazione Les Contes du hérisson di Alain Gagnol e Jean-Loup Felicioli.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.