email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Italia

01 Distribution tra maestri e nuovi talenti

di 

- Paolo Del Brocco presenta il listino, in linea con la tradizionale offerta di Rai Cinema fatta di commistione di generi. In produzione ci sono Igort, Bellocchio, Garrone, Amelio, Salvatores

01 Distribution tra maestri e nuovi talenti
5 è il numero perfetto di Igort

01 Distribution, il braccio distributivo di Rai Cinema, registra in questa stagione una quota di mercato superiore al 12% , che conferma la media del 10-13% degli ultimi anni. Una quota che significa 70 milioni di incasso per 10-11 milioni di spettatori che scelgono prevalentemente cinema italiano. “Un dato importante che ci suggerisce, e in qualche senso ci impone, di continuare sulla stessa strada”, commenta Paolo Del Brocco, a.d. di Rai Cinema, che ha presentato la line up di 01 durante il Torino Film Festival. “Un listino ancora una volta costruito sotto il segno della varietà e della qualità, composto sostanzialmente da opere di grandi autori, esordienti di talento, pochi e selezionati titoli internazionali, che ci permetterà di dialogare con diversi segmenti di mercato”. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nei nove anni sotto guida di Del Brocco, Rai Cinema ha coprodotto 530 film, di cui solo il 12% di commedie. Tra i nomi che hanno arricchito il panorama dell’industria cinematografica italiana ci sono quelli di Sydney Sibilia, Matteo Rovere, Pif, Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi, Valerio Mastandrea, i Manetti Bros  - il cui prossimo film sarà sul famoso personaggio dei fumetti Diabolik - e ora il maestro della graphic novel Igort

Il film di Igort, intitolato 5 è il numero perfetto (dalla sua omonima graphic novel), è una coproduzione Italia/Belgio/Francia. Nel cast di questo piccolo affresco napoletano nell'Italia anni Settanta ci sono Toni Servillo, Valeria Golino, Carlo Buccirosso.

Uno dei segni predominanti è senz’altro la varietà e la commistione di generi. Alcuni registi giocano a distanza ravvicinata con le regole del genere puro”. Il film di Fausto Brizzi Modalità aereo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
è una commedia, ma anche un family. Non ci resta che il crimine [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Massimiliano Bruno è una commedia girata con i toni di un gangster movie, Gli uomini d’oro [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Vincenzo Alfieri è un noir metropolitano, Il campione [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Leonardo D’Agostini
scheda film
]
di Leonardo D’Agostini è il classico coming of age (news), Dolceroma [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Fabio Resinaro un giallo puro. E ancora Non sono un assassino [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Andrea Zaccariello, un legal thriller tratto dall’omonimo romanzo di Francesco Caringella, Il grande spirito [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sergio Rubini il racconto di un’amicizia con i toni della commedia amara.

“E poi abbiamo anche alcuni autori che amano utilizzare i codici e i linguaggi del genere”. Gabriele Muccino torna con I migliori anni; Francesca Archibugi, anche lei maestra nel declinare i sentimenti, con Vivere [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Francesca Archibugi
scheda film
]
, un’intensa storia familiare, e Gabriele Salvatores, di nuovo on the road con Tutto il mio folle amore [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, questa volta per raccontare la storia di un padre e un figlio toccando temi come il disagio e l’handicap.

I maestri fanno una scelta che curiosamente li accomuna. “Marco Bellocchio, Matteo Garrone, Gianni Amelio, Mario Martone. Ognuno di loro sceglie di raccontare in modo assolutamente personale storie vere, personaggi storici, fatti realmente accaduti o storie universali conosciute in tutto il mondo”. Così fa Marco Bellocchio con Il traditore [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Marco Bellocchio
scheda film
]
, Matteo Garrone con Pinocchio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Matteo Garrone
scheda film
]
, Gianni Amelio con Hammamet, Mario Martone con Capri – Revolution [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mario Martone
scheda film
]
. E infine i titoli stranieri, tra cui Anna [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Luc Besson, Le Prince oublié [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Michel Hazanavicius, Beautiful Boy di Felix Van Groeningen.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy