email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BOX OFFICE Italia

In calo spettatori e incassi nel 2018, ma cresce il cinema italiano

di 

- Rispetto al 2017 si è registrata una diminuzione degli incassi del 4,98% e un decremento delle presenze del 6,89%. Cresce invece il box office della produzione italiana al 23%

In calo spettatori e incassi nel 2018, ma cresce il cinema italiano
A casa tutti bene di Gabriele Muccino

Calano spettatori e incassi nelle sale italiane nel 2018, ma sale la quota del cinema nazionale. E’ quanto emerge dai dati Cinetel, che rappresentano il 92% delle presenze e il 94% degli incassi dell’intero mercato sala registrato ufficialmente da SIAE. Nell’anno appena trascorso, al box office italiano si sono incassati € 555.445.372 (-4,98%  rispetto al 2017, il risultato più basso dal 2006) per un numero di presenze in sala pari a 85.903.642 (-6,89%). E’ cresciuto invece il box office della produzione italiana (incluse le co-produzioni) che nel 2018 ha registrato un incasso di 127,8 milioni di € (+23,86% rispetto all’anno precedente) per una quota sul totale del 23,02% (nel 2017 era del 17,66%) e un aumento delle presenze del 17,92% (19,9mln nel 2018 rispetto ai 16,8mln del 2017) per una quota del 23,19%. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Giù invece la quota del cinema statunitense con un risultato sul totale del 60,04% (era del 66,35% nel 2017) per un incasso di circa 333,5 milioni di € (387,8 milioni nel 2017; -14%). Tra le altre cinematografie, seguono la produzione britannica (54,8 milioni di € incassati al box office; quota mercato: 9,87%; +37,57% rispetto al 2017), il cinema francese (17,1 milioni di €; quota mercato: 3,10%; -30,47% rispetto all’anno precedente) e quello spagnolo (5,5 milioni di €; quota mercato: 1,01%; +176,47% rispetto al 2017).

Nel 2018 sono stati distribuiti in sala 528 nuovi film di prima programmazione (-8 rispetto al 2017) di cui 210 di produzione o co-produzione italiana (-8 rispetto al 2017) per una quota del 39,7% sul totale (era del 40,6% nel 2017). Sono stati inoltre distribuiti in sala 79 contenuti complementari (eventi, edizioni speciali, riedizioni; -17 rispetto al 2017) per un incasso di € 13.063.821 (-7,49%) e 1.589.501 presenze (-1,77%).

Il primo incasso del 2018 è stato registrato dal film Bohemian Rhapsody [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 per un box office di 21,2mln di €. I migliori risultati al botteghino di produzioni nazionali sono stati invece registrati da A casa tutti bene [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 (9,1mln; 11° posto), Benedetta follia [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 (8,4mln; 15° posto) e dal proseguimento di Come un gatto in tangenziale [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 (7,6mln di € nel 2018; 9,6mln dall’uscita in sala del 28/12/17; 16° incasso dell’anno). Il genere preferito tra i film italiani rimane la commedia, con circa il 54% degli incassi della produzione nazionale. 

Il mese più importante dal punto di vista degli incassi rimane anche nel 2018 quello di gennaio (14,20% del totale; il 15,25% nel 2017), seguito dal mese di dicembre (13,69%; 13,14% nel 2017) e da quello di febbraio (11,86%; 10,26% nel 2017). I mesi più negativi sono stati luglio (-35,23%), aprile (-18,61%) e marzo (-12,36%). Ma il vento sembra stia per cambiare: il settore ripone infatti le sue speranze nel palinsesto estivo del 2019 e annuncia una grande estate di cinema, con blockbuster nelle sale durante i mesi più caldi, che avrà inizio con una forte campagna di comunicazione che partirà a marzo con i David di Donatello.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.