email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

LECCE 2019

Stefania Sandrelli e Aleksandr Sokurov per i 20 anni del Festival del cinema europeo di Lecce

di 

- Dodici film in concorso, l’anteprima di Il campione con Stefano Accorsi e una sezione dedicata alle commedie europee nel programma della manifestazione dall’8 al 13 aprile a Lecce

Stefania Sandrelli e Aleksandr Sokurov per i 20 anni del Festival del cinema europeo di Lecce
L'attrice Stefania Sandrelli e il regista Aleksandr Sokurov

Saranno Stefania Sandrelli e Aleksandr Sokurov i protagonisti della XX edizione del Festival del cinema europeo di Lecce, in programma dall’8 al 13 aprile 2019. L’attrice icona del cinema italiano e il grande regista russo, vincitore del Leone d’oro a Venezia 68, riceveranno l’Ulivo d’oro alla carriera e saranno al centro di due retrospettive, una mostra fotografica e una masterclass. Ad animare l’edizione di quest’anno ci saranno anche Nino Frassica, Paola Minaccioni e Alessandro Siani, ai quali è dedicata la sezione Nuova commedia italiana, mentre due importanti riconoscimenti saranno consegnati alla giornalista, politica e scrittrice Luciana Castellina, per il suo contributo alla cultura e al cinema europeo, e al produttore cinematografico Fulvio Lucisano, per il suo contributo al cinema italiano.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

A contendersi il Premio Cristina Soldano al miglior film, che sarà assegnato da una giuria presieduta da Marco Müller, saranno 12 titoli europei: Blind Spot [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tuva Novotny
scheda film
]
di Tuva Novotny, Cronofobia [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Francesco Rizzi
scheda film
]
di Francesco Rizzi, Genesis [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Árpád Bogdán, Andrea Tasch…
scheda film
]
di Árpád Bogdán, Her Job [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nikos Labôt
scheda film
]
di Nikos Labôt, Viaje al cuarto de una madre [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Celia Rico Clavellino
scheda film
]
di Celia Rico Clavellino, Jumpman [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ivan I. Tverdovsky
scheda film
]
di Ivan I. Tverdovskiy, Oray [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Mehmet Akif Büyükatalay, Les Drapeaux de papier [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Nathan Ambrosioni, Stitches [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Miroslav Terzić
scheda film
]
di Miroslav Terzić, Summer Survivors [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Marija Kavtaradzė
scheda film
]
di Marija Kavtaradze, The Pig [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dragomir Sholev
scheda film
]
di Dragomir Sholev, Two for Joy [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Tom Beard. Gli stessi film sono in lizza, fra gli altri, per il Premio Cineuropa.

Tra le anteprime italiane in programma, Il campione [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Leonardo D’Agostini
scheda film
]
di Leonardo D’Agostini, con Stefano Accorsi, Fiore gemello [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Laura Luchetti, Torna a casa Jimi! [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Marios Piperides
scheda film
]
di Marios Piperides, premiato a Tribeca. Cinque titoli, tutti inediti in Italia, compongono la sezione Commedia europea: Butterflies [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Tolga Karaçelik, Happier Times, Grump di Tiina Lymi, Mi querida cofradía [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marta Díaz de Lope Díaz, I Feel Good [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Benoît Delépine e Gustave Kervern, What Have We Done to Deserve This? [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Eva Spreitzhofer. Tra i documentari in rassegna, invece, Selfie [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Agostino Ferrente, selezionato all’ultima Berlinale, e Be Kind [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sabrina Paravicini e Nino Monteleone

I tre finalisti della X edizione del Premio Mario Verdone (leggi la news), il cui vincitore sarà proclamato durante il festival, sono: Ciro D’Emilio per Un giorno all’improvviso [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Damiano e Fabio D’Innocenzo per La terra dell’abbastanza [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Damiano e Fabio D’Innocenzo
scheda film
]
e Margherita Ferri per Zen sul ghiaccio sottile [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
. Al miglior cortometraggio, tra i dieci finalisti, sarà assegnato per il suo settimo anno il Premio Emidio Greco.

Infine, il FCE offre come sempre una vetrina ai film del Premio LUX del Parlamento europeo: a Lecce si potranno vedere il vincitore dell’edizione 2018 La donna elettrica [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Benedikt Erlingsson
intervista: Benedikt Erlingsson
scheda film
]
di Benedikt Erligsson e gli altri due finalisti, Styx [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Wolfgang Fischer
scheda film
]
di Wolfgang Fischer e The Other Side of Everything [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mila Turajlić
scheda film
]
di Mila Turajlic.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.