email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA Francia

113 milioni di spettatori

di 

Miglioramento per la frequenza nelle sale francesi. Secondo le statistiche pubblicate ieri dal CNC - Centre National de la Cinématographie, grazie ai suoi 14.1 milioni di spettatori il mese di agosto è riuscito a correggere una tendenza alla diminuzione. Nei primi otto mesi dell’anno la frequenza si è infatti stabilita a 113 milioni <7b> di spettatori, segnando una diminuzione del 7.5 per cento in rapporto allo stesso periodo 2002.

Con un primo semestre 2003 guidato da un - 8,7 per cento, il settore dell’esercizio cinematografico francese spera di risalire la china nella seconda parte dell’anno. In termini di market-share la produzione francese rappresenta il 38.9 per cento degli spettatori registrati tra il 1mo gennaio e il 31 agosto 2003 (contro il 37.9 per cento sullo stesso periodo 2002) lasciando ai film americani il 51 per cento del mercato (contro il 49 per cento tra gennaio e agosto 2002). Anche la frequenza per i lungometraggi provenienti dal resto del mondo (Europa compresa) ha segnato un calo, raggiungendo il 10.1 per cento.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Al box-office, a parte i blockbuster americani dell’estate, la migliore performance del momento è stata quella della commedia di Michel Boujenah, Père et Fils, interpretata da Philippe Noiret, Charles Berling e Bruno Putzulu. La produzione Gaumont, distribuita in 461 copie dalla GBVI ha portato in sala 759mila spettatori in tre settimane. Supera il milione di spettatori invece Le coût de la vie di Philippe Le Guay (ancora su 292 copie dopo sei settimane) mentre i due film della selezione di Cannes Les égarés di André Téchiné e La petite Lili hanno ottenuto risultati onorevoli con rispettivamente 348mila e 308mila spettatori in due settimane, come è il caso di Dirty Pretty Things [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Stephen Frears (82 000 spettatori in cinque.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.