email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

LONDRA 2019

Recensione: Our Ladies

di 

- Michael Caton-Jones porta a Londra un racconto di formazione affascinante e agrodolce, adattato dal romanzo best seller di Alan Warner The Sopranos

Recensione: Our Ladies
Marli Siu, Sally Messham, Rona Morison, Tallulah Greive e Abigail Lawrie in Our Ladies

Our Ladies di Michael Caton-Jones (Rob Roy) è stato presentato in anteprima mondiale nella selezione Special Presentation del 63° BFI London Film Festival. Basato su The Sopranos di Alan Warner, è il secondo libro dell'autore ad essere adattato per lo schermo dopo che Lynne Ramsay ha diretto Morvern Callar [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
nel 2002.

Sono gli anni '90 e un gruppo di adolescenti membri di un coro cattolico di una città portuale in Scozia si dirigono verso una gara di canto a Edimburgo, sotto l'occhio vigile di Suor Condron (Kate Dickie). Il film si concentra su sei delle ragazze (Eve Austin, Tallulah Greive, Abigail Lawrie, Sally Messham, Rona Morison e Marli Siu), che più che sul premio puntano alle prospettive di alcol, shopping e sesso. Quando Suor Condron – o Suor Condom (preservativo), come piace alle ragazze chiamarla – concede alle ragazze un po' di tempo prima della competizione, le fantastiche sei cercano di sfruttare al massimo la loro breve finestra di libertà. Pub, negozi di dischi, shopping, karaoke, strani incontri e persino una visita accidentale in un bordello finiscono in agenda.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I personaggi centrali a tutto tondo creati da Warner nel suo libro non perdono la loro carnalità in questo adattamento, ed è attraverso la dinamica tra loro – e attraverso il prisma dell'umorismo – che l'amicizia, i dolori crescenti e gli effetti dell’ambiente claustrofobico di una piccola comunità cittadina e di una scuola cattolica vengono esplorati. Le giovani attrici fanno un ottimo lavoro: la loro chimica è evidente sullo schermo, e le personalità distintive vengono effettivamente esplorate in questo piacevole sforzo collettivo.

Non più bambine, né ancora adulte, la loro ingenuità e la voglia di cedere ai loro impulsi animano le ragazze con una cieca determinazione che non bada alle conseguenze. C'è un sottostante desiderio di libertà presente nel loro comportamento sconsiderato, una brama di liberarsi dalle regole della scuola cattolica e dalla mancanza di prospettive nella loro cupa città portuale, dove la cosa più eccitante da fare è agganciare i marinai. Ma ci sono conseguenze per le proprie azioni, e il mondo reale che le aspetta fuori, dietro l'apparente disattenzione, non sempre ha pietà.

Dio perdona, ma le suore potrebbero non farlo, è probabile che il sesso non protetto porti a una gravidanza, e non ci si può fidare di tutti gli estranei, specialmente se si incontrano in saune pubbliche che assomigliano più a bordelli. Ma proprio come le piante crescono verso la luce e gli uomini squallidi gravitano verso le studentesse cattoliche, l'innocenza della giovinezza si fa avanti e si sforza di superare gli ostacoli.

E indipendentemente dalle scelte o dalle ramificazioni, Our Ladies tratta in modo gentile le ragazze, in quanto non giudica né moralizza. Sono divertenti e feroci, e la loro amicizia persevera attraverso malattia, rivelazioni e persino la condivisione degli stessi ragazzi a causa di una carenza di uomini. I personaggi maschili sono invece soggetti a un trattamento diverso e sono relegati ai margini. Diventano oggetti del desiderio. E a differenza delle ragazze, gli uomini sono lì, ad eccezione di un nerd, per essere giudicati e derisi.

Aggiungi una colonna sonora follemente nostalgica, abiti e rudimenti tecnologici veramente vintage (CD e videoregistratori), e il risultato è un film di formazione sincero e toccante su un gruppo di ragazze che cercano di trovare un equilibrio tra i loro desideri e i loro obblighi. Michael Caton-Jones ha impiegato vent'anni per realizzare questo film, e dovremmo essere grati che alla fine ci sia riuscito.

Our Ladies è prodotto da Sigma Films e Sony Pictures International Productions (Regno Unito), e la sua distribuzione nel Regno Unito è curata da Sony Pictures Releasing.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy