email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ARRAS 2019

Recensione: Un’Avventura

di 

- Rivelatosi con La ragazza del mondo, Marco Danieli offre un esperimento interessante e non privo di fascino con un musical sulle canzoni di Battisti

Recensione: Un’Avventura
Laura Chiatti e Michele Riondino in Un’Avventura

Genere estremamente rischioso, il musical è affrontato talmente di rado nel panorama cinematografico del Vecchio Continente che il tentativo di Marco Danieli, molto apprezzato per il suo primo lungometraggio La ragazza del mondo [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Marco Danieli
scheda film
]
(presentato a Venezia nel 2016 alle Giornate degli Autori e vincitore del David di Donatello 2017 come miglior regista esordiente) merita qualche attenzione. Proposto nella sezione Scoperte europee del 20° Festival di Arras, il regista italiano ha scelto di articolare il suo secondo lungometraggio attorno a dieci canzoni cult del suo connazionale Lucio Battisti (sui testi di Mogol), tra cui quella del 1969 che dà il titolo al film: Un'Avventura [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Ed è di una lunga storia d’amore che si parla qui, una storia che inizia nei primi anni '70 in una piccola città della Puglia che la bella Francesca (Laura Chiatti) decide di lasciare per andare a scoprire mondo, lasciandosi alle spalle il giovane chitarrista-meccanico Matteo (Michele Riondino).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Le promesse ("qui niente mi va bene, tranne te", "ti scriverò, è più romantico") svanite e sepolte da lettere che tornano al mittente con la menzione "non abita all'indirizzo indicato" immergono Matteo in una profonda depressione simboleggiata da Io vivrò (senza te). Ma cinque anni dopo, Francesca riemerge con una banda di hippy che organizzano le loro serate festive sulla spiaggia al suono di Uno in più, e i sentimenti reciproci di un'attrazione cristallina si risvegliano (Acqua azzurra, acqua chiara). Poi viene Roma, dove i due amanti si trasferiscono, rifiutando di essere separati dai capricci della vita ("non sará Un'Avventura"): la femminista Francesca trova lavoro in un'agenzia di pubblicità e spinge Matteo verso una carriera musicale alla Jingle Records, la filiale che registra le colonne sonore degli spot pubblicitari. Matrimonio, tempo che passa, dissipazione dei sogni, tradimento coniugale di Matteo colto in flagrante con Linda (Valeria Bilello), incidente, riconciliazione: le vicissitudini dell'esistenza sfilano Nel sole, nel vento, nel sorriso e nel pianto. Quindi è il turno della giovane donna di condurre una doppia vita la cui dolorosa rivelazione (Non È Francesca) porterà a una separazione (Il Vento) e a due solitudini che cercano di colmarsi, ciascuna dal canto suo, con un po’ di disperazione (Dieci ragazze: "nessun coltello mai ti può ferir di più di un grande amore che ti stringe il cuor"). Ma Matteo (Balla Linda) e Francesca troveranno un giorno un amore grande come quello che hanno provato l'uno per l'altra e che forse provano ancora? O tutto rimarrà solo Un'Avventura, la canzone di Matteo (diventata miracolosamente un successo) che incarna l'eterna primavera dei loro sentimenti?

Sceneggiato da Isabella Aguilar, il film passa continuamente da scene recitate a scene di canto interpretate da Michele Riondino e Laura Chiatti, con la storia che avanza nella narrativa e nella musica, su coreografie firmate da Luca Tommassini. Se è chiaro che la trama è stata concepita in modo piuttosto meccanico per collegare i temi delle dieci canzoni utilizzate e che il filo conduttore ultra-sentimentale dell’insieme sfiora spesso il kitsch del fotoromanzo, il film non manca di inventiva, audacia e spirito di libertà salutari. Certo, non siamo dalle parti di Jacques Demy, ma la magia e il fascino delle opere di Battisti sono indiscutibili e rendono piacevole guardare Un'Avventura perché, come dice un personaggio, "solo le canzoni d'amore non invecchiano mai".

Prodotto da Fabula Pictures con Lucky Red e RAI Cinema, Un’Avventura è venduto da True Colours.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.