email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

DISTRIBUZIONE / USCITE / ESERCENTI Italia

Nasce #iorestoinSALA, un nuovo circuito virtuale di sale di qualità

di 

- Parte domani la nuova iniziativa nata dall’accordo tra 71 esercenti su tutto il territorio nazionale e alcuni distributori, per proporre film online. A incassare saranno i singoli cinema

Nasce #iorestoinSALA, un nuovo circuito virtuale di sale di qualità
Favolacce dei fratelli D’Innocenzo

In attesa del ritorno fisico nelle sale cinematografiche in Italia, previsto per il 15 giugno ma tra le mille incertezze legate alla crisi sanitaria, gli esercenti italiani si uniscono per ritrovare virtualmente il loro pubblico. Nasce #iorestoinSALA, un nuovo circuito di sale virtuali nato dall’accordo tra 71 esercenti su tutto il territorio nazionale (circa 200 schermi in tutto, ma altre sale potranno aggiungersi in qualsiasi momento) e un gruppo di distributori, per proporre online film di qualità, tra prime visioni e titoli di catalogo, ristabilendo il legame tra lo spettatore e il proprio cinema di riferimento, andato perduto negli ultimi tre mesi di black out.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

“È un modo, per noi esercenti e operatori culturali, di stare insieme e fare il nostro mestiere, che si basa sulla socialità e il confronto continuo con il pubblico”, spiega Lionello Cerri, fondatore del cinema Anteo di Milano, che figura tra le sale aderenti. Ogni esercente avrà infatti la possibilità di scegliere la propria programmazione in totale autonomia (a differenza dell’altra neonata iniziativa MioCinema - leggi la news) e potrà costruire i propri approfondimenti (percorsi tematici, rassegne, livestream…). Lo spettatore acquisterà il biglietto dal sito internet del cinema prescelto e a ogni spettatore sarà assegnato un codice che corrisponde al suo posto assegnato nella sala virtuale. Grazie a un accordo con la piattaforma MyMovies, ogni cinema digitale simulerà la visione di un film in sala, con streaming a orari prestabiliti. Sarà possibile vedere gli altri spettatori in sala, conversare in chat con il vicino di poltrona e commentare il film.

I prezzi delle visioni da casa andranno da un minimo di € 3,50 a un massimo di € 7,90. A incassare sarà il singolo cinema, l’importo sarà poi rendicontato al distributore secondo gli accordi di noleggio. Si parte martedì 26 maggio con Favolacce [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Fabio e Damiano D'Innocenzo
scheda film
]
dei fratelli D’Innocenzo, Orso d’argento a Berlino; a seguire, Tornare [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Cristina Comencini (il 28) e La famosa invasione degli orsi in Sicilia [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lorenzo Mattotti
scheda film
]
di Lorenzo Mattotti (il 30). Le proiezioni saranno precedute da interviste live con registi e attori, che avranno inizio mezz’ora prima del film. Tra gli altri titoli al momento disponibili, Villetta con ospiti [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Ivano De Matteo, Il paradiso probabilmente [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Elia Suleiman
scheda film
]
di Elia Suleiman, La vita invisibile di Eurídice Gusmão [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Karim Aïnouz
scheda film
]
di Karim Aïnouz, L’hotel degli amori smarriti [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Christophe Honoré
scheda film
]
di Christophe Honoré, Criminali come noi [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Sebastián Borensztein, e il debutto alla regia di Christoph Waltz, Georgetown.

L’idea degli esercenti è di mantenere attive le sale online anche quando riapriranno fisicamente i cinema, inaugurando un nuovo sistema di fruizione dei film dopo il passaggio sul grande schermo: “Vogliamo esserci adesso, con le sale chiuse, e anche domani quando le sale riapriranno”, specifica Cerri. “Nel rispetto delle window, ossia dopo i 105 giorni di legge, sarà possibile trovare sui nostri cinema online il film che abbiamo perso in sala e che vogliamo recuperare a casa nostra”. Una piccola/grande rivoluzione nel campo dell’imprenditoria culturale, che potrebbe portare a un nuovo modello di sostegno concreto alle singole sale cinematografiche sul territorio.

La lista delle sale aderenti all’iniziativa #iorestoinSALA è disponibile qui.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy