email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2020 Settimana Internazionale della Critica

Settimana Internazionale della Critica: "Venezia pedina importante per ripartire"

di 

- Sette opere prime nel Concorso della Settimana della Critica di Venezia, tutte in anteprima mondiale, un'apertura nel segno di Terrence Malick e una chiusura dedicata a Rossellini

Settimana Internazionale della Critica: "Venezia pedina importante per ripartire"
Shorta di Anders Ølholm e Frederik Louis Hviid

"Il Festival di Venezia è una pedina importante per il cinema che deve ripartire in un periodo così difficile" sottolinea il presidente del Sindacato critici cinematografici, Franco Montini, presentando ieri a Roma la 35ma edizione della Settimana Internazionale della Critica, che si svolgerà al Lido di Venezia dal 2 al 12 settembre come sezione autonoma e parallela della Mostra di Venezia. Nessuna cambiamento dovuto all'emergenza sanitaria: "Questa edizione", rassicura Montini, "sarà esattamente come quelle degli anni precedenti".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Sette opere prime in concorso, tutte in anteprima mondiale, selezionate tra le 475 pervenute, e due eccezionali eventi di apertura e chiusura italiani: The Book of Vision [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Carlo S. Hintermann, con la produzione esecutiva di Terrence Malick, di cui ci siamo già occupati diffusamente (leggi l'articolo), e The Rossellinis, un film documentario di Alessandro Rossellini che a 55 anni dedica al nonno il suo primo film, occasione per restituire un’immagine autentica della famiglia, intensa e dolorosa, oltre il mito costruito intorno alla figura del grande maestro del Cinema. Il film è prodotto da B&B Film, coprodotto da VFS Film con Rai Cinema, in associazione con Istituto Luce Cinecittà.

I sette esordi in concorso vedono la presenza preponderante del cinema europeo. The Flood Won’t Come dell'armeno Marat Sargsyan racconta un qualche angolo dimenticato dell'Est in cui si combatte una guerra senza esclusione di colpi. I danesi Anders Ølholm e Frederik Louis Hviid firmano Shorta [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, in cui gli agenti Jens e Mike sono di pattuglia nel ghetto di Svalegården quando la radio annuncia la morte di Talib Ben Hassi, 19 anni, mentre si trovava sotto custodia della polizia. Natalya Vorozhbyt, ucraina, ha scritto e diretto Bad Roads, quattro storie ambientate lungo le strade del Donbass in guerra, raccontate attraverso una serie di situazioni e quadri apparentemente sconnessi fra di loro. L'italiano Mauro Mancini è autore di Non odiare [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, esempio di cinema civile ambientato in una città del nord-est in cui vive Simone Segre (Alessandro Gassmann), affermato chirurgo di origine ebraica (leggi l'articolo). Ghosts è scritto e diretto dalla turca Azra Deniz Okyay, che descrive una giornata in cui un sovraccarico di corrente minaccia l'intero paese e quattro personaggi incrociano le loro strade a Istanbul, in un quartiere in fase di gentrificazione per la costruzione della "Nuova Turchia".

Two Whales Meet at the Beach del messicano Jorge Cuchí è un "agghiacciante romanzo di formazione (anti)sentimentale, come lo descrive il delegato generale della Settimana, Giona A. Nazzaro, in cui Félix, un ragazzo di 17 anni, riceve un invito su WhatsApp: vuoi giocare alla Blue Whale?. Infine lo statunitense Topside, di Celine Held e Logan George, (recentemente nominati tra i "25 nuovi volti del cinema indipendente" dalla rivista Filmmaker) ci conduce nelle viscere di New York City, dove una bambina di cinque anni e sua madre vivono nei tunnel abbandonati della metropolitana. Dopo un improvviso sgombero da parte della polizia, madre e figlia saranno costrette a risalire in superficie.

I film in Concorso

50 or Two Whales Meet at the Beach - Jorge Cuchi (Messico)
Ghosts - Azra Deniz Okyay (Turchia/Qatar)
Non odiare [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Mauro Mancini (Italia/Polonia)
Bad Roads - Natalya Vorozhbyt (Ucraina)
Shorta [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 - Anders Ølholm, Frederik Louis Hviid (Danimarca)
Topside - Celine Held, George Logan (USA)
The Flood Won’t Come - Marat Sargsyan (Lituania)

Film di Apertura

The Book of Vision [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 - Carlo S. Hintermann (Italia/Regno Unito/Belgio)

Film di Chiusura

The Rossellinis - Alessandro Rossellini (Italia/Lettonia)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy