email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

LOCARNO 2021

Giona A. Nazzaro nuovo direttore artistico del Locarno Film Festival

di 

- Il Delegato Generale della Settimana Internazionale della Critica di Venezia prende il posto di Lili Hinstin alla testa della kermesse svizzera

Giona A. Nazzaro nuovo direttore artistico del Locarno Film Festival
Il nuovo direttore artistico del Locarno Film Festival Giona A. Nazzaro (© Locarno Film Festival)

Durante la conferenza stampa di giovedì mattina, tenutasi nella mitica sala del Rex di Locarno, la tensione era palpabile. Dopo un’edizione 2020 online marcata dalla pandemia di Covid19 e soprattutto dopo la partenza inattesa lo scorso 24 settembre della sua direttrice artistica Lili Hinstin (dopo due sole edizioni), il Locarno Film Festival aspettava di rialzare fieramente la testa. Il critico cinematografico di origini italiane, nato a Zurigo nel 1965, Giona A. Nazzaro è stato scelto all’unanimità come “portavoce” di questa rinascita.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Delegato Generale della Settimana Internazionale della Critica della Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia dal 2016, membro del comitato artistico di IFFR -International Film Festival di Rotterdam (2020), nonché membro del comitato di selezione di Visions du Réel tra il 2010 e il 2020 e moderatore del Locarno Festival, Nazzaro non è certo il primo arrivato. Ha inoltre collaborato con diversi Festival di cinema quali il Torino Film Festival, il Festival internazionale di Roma e il Festival dei Popoli di Firenze.

Nazzaro concepisce il cinema a 360°, senza barriere di genere o formato. A questo proposito è stato uno dei primi ad introdurre lo studio del cinema di Hong Kong in Italia oltre ad aver approfondito le ricerche sulle nuove strategie della narrazione seriale televisiva. Nazzaro, inoltre membro della Commissione federale del cinema CFC, commenta: “È un onore dirigere il Locarno Film Festival, istituzione che ha sempre promosso il cinema d’autore e di qualità, oggi più che mai un laboratorio di grande vitalità proiettato verso il futuro dell’immagine in movimento. Mi metterò subito al lavoro nella speranza di poter riaprire la Piazza Grande, cuore pulsante della manifestazione e simbolo della resistenza del cinema”.

Secondo il Presidente del festival Marco Solari, Nazzaro possiede tutte le caratteristiche necessarie per dirigere una manifestazione cinematografica del calibro del Locarno Film Festival: una spiccata sensibilità per quel genere di film cari al festival, indipendenti e di qualità, un’attenzione particolare per la Piazza Grande, un carattere adattabile con una forte esperienza nel campo del digitale, una conoscenza approfondita della struttura del festival, nonché un sentimento di rispetto e riconoscenza nei confronti dei vari sponsor e del pubblico, centro nevralgico della manifestazione locarnese. Solari ha dichiarato: “Con Nazzaro abbiamo la persona che corrisponde pienamente al profilo artistico del festival. Solide competenze, grande conoscitore della nostra manifestazione, capacità progettuale per l'indispensabile futura innovazione in campo digitale. Nazzaro ha una mentalità internazionale e allo stesso tempo un forte legame con il Ticino e la Svizzera".

Giona A. Nazzaro prenderà le sue funzioni il primo gennaio del 2021. Nel frattempo lavorerà in binomio con Nadia Dresdi, responsabile ad interim della direzione artistica fino a fine anno. Dresdi manterrà la responsabilità del coordinamento di Locarno Pro anche nei prossimi mesi, aspettando che il Festival annunci anche il nome del/della prossimo/a direttore/trice dell’Industry.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy