email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL / PREMI Italia

A Tutto Schermo 2021 presenta i migliori documentari italiani dell’anno

di 

- Dal 19 febbraio al 18 aprile, la Rete degli Spettatori propone sulla piattaforma online MyMovies una selezione di 10 titoli recenti che riflettono criticamente sulla realtà

A Tutto Schermo 2021 presenta i migliori documentari italiani dell’anno
In un futuro aprile di Federico Savonitto e Francesco Costabile

“Dieci film belli, appassionanti, che hanno qualcosa da far vedere”. In epoca di pandemia, isolamento sociale e cinema chiusi, la Rete degli Spettatori – l’associazione nata nel 2011 con l’obiettivo di valorizzare i migliori autori italiani e le loro opere attraverso la creazione di nuove modalità distributive – rinnova il suo impegno nel mettere in luce il cinema indipendente e lancia l’edizione online di A Tutto Schermo, concentrandosi quest’anno sul cinema del reale, quello che sa meglio riflettere e interpretare la realtà che ci circonda.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Dal 19 febbraio al 18 aprile, la rassegna offrirà il meglio del cinema documentario italiano recente, con una selezione di 10 titoli che saranno disponibili on demand sulla piattaforma MyMovies. “Quest’anno ci siamo concentrati sui documentari perché danno un’idea del cinema italiano più forte rispetto alla produzione fiction degli ultimi tempi” ha spiegato presentando la rassegna Emanuele Rauco, che ha selezionato i titoli insieme a Paola Casella, Fabrizio Grosoli e Valerio Jalongo. Una selezione di doc “che si muovono in territorio pienamente cinematografico”, “fortemente originali e diversi l’uno dall’altro” e che sono stati scelti con “i criteri dell’accessibilità, del livello estetico alto e della godibilità per lo spettatore”, hanno specificato i selezionatori.

Tra i dieci titoli in rassegna, quattro sono finalisti ai Nastri d’Argento Doc 2021: In un futuro aprile [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Federico Savonitto e Francesco Costabile, in cui il Pier Paolo Pasolini degli anni ’40 a Casarsa, in Friuli, viene raccontato da suo cugino e poeta Nico Naldini; Fellini degli spiriti di Anselma Dell’Olio, che indaga il rapporto del grande regista de La dolce vita con l’ignoto, il mistero e l’esoterico; Res creata [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Alessandro Cattaneo, che riflette sul distacco dell’uomo dalla natura e dagli animali, tipico della nostra epoca; La rivoluzione siamo noi di Ilaria Freccia (disponibile per la visione dal 21 al 25 marzo), che racconta un periodo, tra gli anni ’60 e il 1980, che vede l’Italia al centro dell’avanguardia artistica.

La rassegna è completata da Never Whistle Alone - La bufera [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Marco Ferrari, che raccoglie le testimonianze di sette funzionari pubblici e professionisti che hanno denunciato un caso di corruzione subendone le pesanti conseguenze; Questo è mio fratello di Marco Leopardi, che riflette la vitalità di chi cerca di vivere nonostante disabilità fisiche o psicologiche; Corleone di Mosco Boucault e Parola d’onore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sophia Luvarà (quest’ultimo disponibile dal 26 febbraio al 7 marzo), che esplorano il dietro le quinte di mafia e ‘ndrangheta; Pino, vita accidentale di un anarchico di Claudia Cipriani, in cui la storia dell’anarchico Giuseppe Pinelli e della sua controversa morte è raccontata dalle sue due figlie; infine, One More Jump [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Emanuele Gerosa (on demand dal 14 al 18 aprile), su un gruppo di atleti che praticano il parkour nella striscia di Gaza.

L’intera rassegna A Tutto Schermo 2021 è fruibile online qui.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy