email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

EAVE

EAVE PUENTES 2020 conclude il suo secondo workshop

di 

- Il programma di formazione specialistica per lo sviluppo di progetti europeo-latinoamericani ha concluso con successo la sua edizione online

EAVE PUENTES 2020 conclude il suo secondo workshop
Il progetto EAVE PUENTES Who Killed Narciso? di Marcelo Martinessi, prodotto da Sebastián Peña Escobar

L'ultima sessione di EAVE PUENTES 2020 si è svolta oggi, dopo che il workshop è stato costretto a spostare interamente le sue attività in un ambiente virtuale a causa della pandemia (leggi la news). La prima sessione, a novembre, ha permesso ai partecipanti provenienti dall'Europa e dall'America Latina di incontrarsi per la prima volta. A quell'appuntamento, hanno discusso i loro progetti e le loro carriere professionali condividendo le loro esperienze come professionisti del cinema. Al termine di questa edizione, i partecipanti di EAVE PUENTES 2020 hanno anche avuto la possibilità di incontrare e fare rete con i colleghi professionisti che hanno partecipato all'EAVE's Producers Workshop e PUENTES ITALIA, che si sono tenuti nello stesso periodo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I laureati PUENTES 2020 hanno già avuto un anno di grande successo, a partire dal Berlinale Co-Production Market, dove Fred Burle (di One Two Films, Germania) è stato uno dei coproduttori del progetto vincitore dell'Eurimages Co-production Development Award The Oblivion Theory di Annemarie Jacir (leggi la news). Nello stesso mercato, il produttore paraguaiano Sebastián Peña Escobar (La Babosa Cine) ha ricevuto il Premio Internazionale ArteKino per il progetto PUENTES Who Killed Narciso? di Marcelo Martinessi. Inoltre, la produttrice svizzera Britta Rindelaub (Alva Film Production), che partecipa a PUENTES con il progetto Reinas di Klaudia Reynicke, ha coprodotto Hive [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Blerta Basholli
scheda film
]
di Blerta Basholli, il primo film in assoluto a ricevere tutti i premi principali al Sundance – il Gran Premio della giuria, il Premio del pubblico e il Premio alla regia – nella competizione World Cinema Dramatic.

Inoltre, la produttrice norvegese Nina Barbosa Blad (di BARBOSA FILM) ha prodotto la serie drammatica Nudes e ha vinto due Gullruten Awards (i premi della TV norvegese). La programmatrice cinematografica Ana David è stata recentemente nominata curatrice presso una nuova istituzione pubblica a Lisbona, il Batalha Film Center, che aprirà il prossimo anno. Tra gli agenti di vendita ci sono Christina Liapi, della società greca Heretic Outreach, la cui ultima acquisizione, Bad Luck Banging or Loony Porn [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Radu Jude
scheda film
]
di Radu Jude, ha recentemente vinto l'Orso d'Oro, e Nadine Rothschild, responsabile delle vendite della società francese Coproduction Office.

Il resto dei progetti con annesso un produttore europeo include la commedia Calma Chica di Inés Gowland, che esplora le dinamiche familiari di una famiglia argentina conservatrice, prodotta da Joy Jorgensen (Killjoy Films, Germania). Inoltre, la commedia drammatica Sigmund’s Container di Juan Caunedo è prodotta da Judith Weiler per la compagnia tedesca Butterfilm. Incentrato su un'odissea attraverso il tempo, la colonizzazione e la rivoluzione nelle remote alture del Perù, The Anatomy of the Horse di Daniel Vidal è messo in scena dal produttore spagnolo Ignacio Vuelta.

Anche per quanto riguarda i progetti PUENTES 2020 dall'America Latina, la selezione è piuttosto varia. La produttrice peruviana Carolina Denegri ha sviluppato il progetto animato The Saints di Omar Rojas. Il produttore Mauricio Escobar, dal Guatemala, ha portato il film drammatico Beatriz, La Sin Ventura di Fernando Martínez. Il film drammatico messicano The Devil Smokes (And Keeps Burnt Matches in the Same Box), diretto da Ernesto Martínez Bucio, è prodotto da Carlos Hernández Vázquez. Infine, l'ultimo progetto di film noir di Benjamin Naishtat (Rojo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Benjamín Naishtat
scheda film
]
), Pobres Pibes, è prodotto dall'argentino Federico Eisbuszyc.

I vincitori di PUENTES ITALIA 2020 invece sono: Laura Biagini (Mommotty Film), Roberta Canepa (Fedora Film), Constanza Coldagelli (Matrioska), Roberto Maria Cuello (Joker Image), Gaia Gunetti (La Sarraz Pictures), Alessandra Limentani (Rosamont), Andrea Magnani (Pilgrim), Federico Minetti (Effendemfilm), Anna Recalde Miranda (Mammut Film), Paolo Pani (ICE), Raffaella Pontarelli (Amarena Film), Gigi Roccati (Ardita Film) e Cristina Veliscig.

Tutti i progetti, i profili dei partecipanti e le problematiche di sviluppo delle compagnie sono stati discussi e sviluppati attraverso lavori di gruppo, sessioni plenarie e incontri individuali di mentoring. Inoltre, a ciascun partecipante sono stati offerti incontri su misura con esperti selezionati in base alle loro esigenze e interessi specifici.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy