email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VISIONS DU RÉEL 2021 Premi

Faya Dayi trionfa a Visions du réel

di 

- La regista messicano-etiope Jessica Beshir ha conquistato la giuria del Concorso internazionale lungometraggi, che ha anche premiato Les Enfants terribles e 1970

Faya Dayi trionfa a Visions du réel
Faya Dayi di Jessica Beshir

I trionfatori dell'edizione 2021 di Visions du réel - Faya Dayi di Jessica Beshir (vincitore del Concorso internazionale lungometraggi, del Grand Prix Mobilière e del Premio Fipresci), Les Enfants terribles [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Ahmet Necdet Cupur e 1970 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tomasz Wolski
scheda film
]
di Tomasz Wolski (che hanno vinto, ex aequo, il Premio speciale assegnato dalla Regione di Nyon) - evidenziano la volontà del festival di promuovere la sperimentazione di nuovi formati cinematografici e di sostenere i talenti emergenti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Faya Dayi, caratterizzato da immagini grandiose in un bianco e nero struggente, e il personalissimo e coraggioso Les Enfants terribles, sono delle opere prime. Quest'ultimo, presentato in anteprima mondiale a Nyon, spinge la ricerca documentaria fuori dagli schemi grazie all'ambizioso e riuscito mix di materiale d'archivio (documenti visivi e sonori) e la rappresentazione di alti funzionari delle forze dell'ordine polacche coinvolti negli eventi attraverso personaggi in stop-motion.

La messa in discussione del proprio paese d'origine non è presente solo in Faya Dayi, che descrive senza giudicare le conseguenze del monopolio della foglia allucinogena del khat sulle altre culture dell'Etiopia, e in 1970, che dà voce alla gioventù turca attraverso le esperienze delle sorelle del regista, ma è centrale anche in Looking for Horses [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Stefan Pavlovic, vincitore del concorso Burning Lights. Il regista, che ha dimenticato la sua lingua madre a causa di un disturbo del linguaggio, parte per la Bosnia alla ricerca delle sue origini. E lì che incontra Zdravko, un pescatore che ha perso l'udito durante la guerra in Bosnia-Erzegovina. Tra i due si crea un legame che va oltre le parole, rendendo il linguaggio visivo ancora più potente e indispensabile. "Un lavoro affascinante realizzato con coraggio e tenerezza", come sottolineato dai membri della giuria. Nello stesso concorso, Splinters dell'argentina Natalia Garayalde ha vinto il Premio della giuria assegnato dalla Société des Hôteliers de la Côte, e il tedesco Sebastian Mez e il suo The Great Void hanno ottenuto una Menzione speciale.

Per quanto riguarda il Concorso nazionale, il grande vincitore di questa edizione 2021 è Nostromo [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Fisnik Maxville, cronaca sulle relazioni passate e future tra le popolazioni indigene del Canada e i coloni europei che si stabilirono nelle loro terre. "Un film di osservazione che crea un'atmosfera forte, che ci invita a un'esperienza cinematografica unica", per usare le parole della giuria. Nello stesso concorso, Chronicles of That Time di Maria Iorio e Raphaël Cuomo ha vinto il Premio speciale della giuria.

Un'edizione speciale per Visions du réel che, ancora una volta, ha dovuto adeguarsi alle norme sanitarie e che ha potuto finalmente, oltre ad accogliere duecento esponenti dell'industria, aprire al pubblico le porte dei suoi cinema (negli ultimi giorni della manifestazione).

Il palmarès:

Concorso internazionale lungometraggi

Grand Prix (offerto da la Mobilière)
Faya Dayi - Jessica Beshir (Stati Uniti/Etiopia/Qatar)

Premio speciale (offerto dalla Regione di Nyon) (ex aequo)
1970 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tomasz Wolski
scheda film
]
- Tomasz Wolski (Polonia)
Les Enfants terribles [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Ahmet Nected Cupur (Francia/Germania/Turchia)

Concorso Burning Lights

Premio del Concorso Burning Lights (offerto dal cantone di Vaud)
Looking for Horses [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Stefan Pavlović (Paesi Bassi/Bosnia-Erzegovina/Francia)

Premio speciale della giuria (offerto dalla Société des Hôteliers de la Côte)
Splinters - Natalia Garayalde (Argentina)

Menzione speciale
The Great Void - Sebastian Mez (Germania)

Concorso nazionale

Premio del Concorso nazionale (offerto da SRG SSR)
Nostromo [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
- Fisnik Maxville (Svizzera)

Premio speciale della giuria (offerto da SSA/Suissimage)
Chronicles of That Time – Maria Iorio, Raphaël Cuomo (Svizzera)

Concorso internazionale mediometraggi e cortometraggi

Premio – Mediometraggio (offerto da Clinique de Genolier)
Strict Regime – Nikita Yefimov (Russia)

Menzione speciale
My Quarantine Bear – Weijia Ma (Cina/Francia)

Premio – Cortometraggio (offerto da Fondation Goblet)
The Communion of My Cousin Andrea – Brandán Cerviño (Spagna)

Premio – Cortometraggio, offerto da Mémoire Vive
If You See Her, Say Hello – Hee Young Pyun, Jiajun Oscar Zhang (Cina)

Menzione speciale
The City of the Sun – Maria Semenova (Russia)

Premio della giuria giovane – Mediometraggio, offerto da École Moser
Trees in Summer – Suyu Lee (Corea del Sud)

Altri premi

Premio della critica internazionale – Premio FIPRESCI
Faya Dayi – Jessica Beshir

Premio interreligioso
Little Palestine (Diary of a Siege) [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
– Abdallah Al-Khatib (Libano/Francia/Qatar)

Premio Zonta
Pushing Boundaries – Lesia Kordonets (Svizzera)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy