email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE / FINANZIAMENTI Francia / Libano / Italia / Qatar

Riprese a breve per Dirty, Difficult, Dangerous di Wissam Charaf

di 

- Il regista inizierà le riprese in Corsica del suo secondo lungometraggio dopo Tombé du ciel, prodotto da Aurora Films

Riprese a breve per Dirty, Difficult, Dangerous di Wissam Charaf
Il regista Wissam Charaf

Primo ciak il 24 maggio per Dirty, Difficult, Dangerous, il secondo lungometraggio di finzione del cineasta franco-libanese Wissam Charaf dopo l’apprezzato Tombé du ciel [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(presentato nel programma dell’ACID a Cannes nel 2016). Nel cast figurano la francese di origine etiope Clara Couturet (per la prima volta in un lungometraggio), Ziad Jallad (che vedremo a fine giugno nelle sale in Sous le ciel d’Alice), Darina Al Joundi (vista di recente a Berlino in Copilot [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Anne Zohra Berrached
scheda film
]
e ammirata anche in Première année [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e Rifaat Tarabay (Khalass).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta da Wissam Charaf, Hala Dabaji e Mariette Désert (nominato al César 2014 della miglior sceneggiatura per Suzanne [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Katell Quillévéré
scheda film
]
), la sceneggiatura è incentrata su Ahmed, un rifugiato siriano che sperava di trovare l'amore in Mehdia, una governante etiope. Ma a Beirut questo sembra impossibile... Riuscirà questa coppia di profughi sentimentali a trovare la via della libertà mentre Ahmed, sopravvissuto alla guerra in Siria, sembra afflitto da una misteriosa malattia che trasforma gradualmente il suo corpo in metallo?

Prodotto da Charlotte Vincent per la società parigina Aurora Films (già alle redini di Tombé du ciel), Dirty, Difficult, Dangerous è coprodotto dai libanesi di Né à Beyrouth Films e da Marco Valerio Fusco per gli italiani di IntraMovies. Il film beneficia anche del sostegno del Mibact, Fonds Image de la Francophonie - OIF, della Collectivité de Corse, del Doha Film Institute, del CNC (tramite il fondo di emergenza per il Libano). Le cinque settimane di riprese dureranno fino al 2 luglio in Corsica e a Beirut. La distribuzione nelle sale francesi sarà gestita da JHR mentre le vendite internazionali saranno condivise da IntraMovies e dagli egiziani di MAD Solutions.

Ricordiamo che Aurora Films ha attualmente in post-produzione Petite Solange di Axelle Ropert (leggi l’articolo) e che avvierà a metà giugno le riprese di Annie Colère di Blandine Lenoir (con Laure Calamy e Zita Hanrot nel cast - articolo). Nella sua filmografia recente spiccano Si c’était de l’amour [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Patric Chiha
scheda film
]
di Patric Chiha (Panorama della Berlinale 2020) e Diamond Island [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Davy Chou (Semaine de la Critique Cannes 2016), due registi di cui la compagnia parigina sta sviluppando i prossimi lungometraggi.​

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy