email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2021 Quinzaine des Réalisateurs

Recensione: Entre les vagues

di 

- CANNES 2021: Il film d'esordio di Anaïs Volpé esamina le sfide dell'amicizia quando due attrici, migliori amiche da sempre, sono scritturate nella stessa produzione teatrale

Recensione: Entre les vagues
Déborah Lukumuena e Souheila Yacoub in Entre les vagues

Il film d'esordio di Anaïs Volpé, Entre les vagues, parla delle gioie della vita, sullo sfondo di una tragedia. Debuttando alla Quinzaine des Réalisateurs, è una storia di un’amicizia tra donne che si sviluppa allegramente, una bestia rara nel cinema, dove in genere le donne sono troppo spesso abbattute dagli ostacoli che incontrano. Qui, la notizia che una delle ragazze ha il cancro spinge l'amicizia al limite, ma Volpé riesce a mantenere un tono leggero ed energico, rispecchiando lo spirito delle ragazze, senza dimenticare di dare spazio al dolore e alle lacrime. La cosa molto insolita di Entre les vagues è che queste ragazze sono 27enni che si aggrappano all'energia della loro giovinezza in modo adolescenziale, dando loro un comportamento da ragazzine che è stato finora lo standard per le commedie che trattano legami maschili come The Wedding Crashers. Sembra quasi un'accusa contro il cinema vedere donne di 27 anni divertirsi ed essere ancora alla ricerca dei loro sogni.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Per quanto riguarda imbucarsi ai matrimoni, in uno dei loro tanti momenti di euforia, che fa nascere l'amicizia tra Margot (Souheila Yacoub) e Alma (Déborah Lukumuena), le due ragazze cercano di convincere un cuoco a regalare loro gli avanzi di un matrimonio. A quel punto, sappiamo già che queste ragazze sono pronte a fare tutto il necessario per ottenere ciò che vogliono. E ciò che vogliono è diventare attrici. Margot ha preparato oltre 100.000 tazze di caffè in una dozzina di caffetterie parigine mentre inseguiva questo sogno, e Alma ha dipinto altrettante unghie. È un inseguimento reso divertente grazie alla loro amicizia, che le accompagna ad ogni prova. Non si assomigliano, ma hanno un'energia simile, quindi non è del tutto implausibile, specialmente nell'era del colour-blind casting, che è più diffuso nel teatro. Avendo sperimentato ogni tipo di rifiuto, finalmente ottengono dei risultati quando fingono una rissa durante le prove nella prima scena del film. Lo stratagemma funziona e Alma finisce per ottenere il ruolo principale in una produzione teatrale, "The Shore", che parla di una giovane ragazza incinta che arriva a New York per la prima volta, seguendo le orme della sua bisnonna italiana. Margot è la sua controfigura. E inizialmente, le ragazze non potrebbero essere più felici.

Lo spettacolo teatrale all'interno del film consente a Volpé di alternare immagini di New York City in questo racconto parigino, con il direttore della fotografia americano Sean Price Williams che conferisce a ciascuna delle città iconiche un'atmosfera distinta. New York ha un aspetto fresco e granuloso, come i titoli di coda di uno show poliziesco degli anni settanta, mentre Parigi, vissuta tutti i giorni dalle ragazze, è più quotidiana. Ma gli eventi a Parigi iniziano presto a rispecchiare la parte più aspra del testo della commedia quando Margot scopre che Alma ha il cancro. La malattia dell'attrice protagonista provoca disordini nel gruppo teatrale e nelle loro vite personali, che prima verranno messe alla prova e poi evidenzieranno il potere della sorellanza. Nemmeno la romantica storia secondaria può intromettersi in questa amicizia centrale. È insolito vedere così tanto sostegno tra donne sullo schermo, anche quando la storia vira verso il territorio della rivalità. Volpé sarà una nuova voce del cinema.

Entre les vagues è una produzione di Canal+, Ciné+ e Unité.Le sue vendite internazionali sono gestite da mk2.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese da Alessandro Luchetti)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy